Bolzano scomparsa


Vai ai contenuti

Menu principale:


1904

Cronache del passato > 1900-1904

DAL MONDO


L'anno si apre con la notizia di uno spaventoso incendio in un teatro di Chicago, affollato da duemila persone. Si parla di oltre ottocento morti, ma probabilmente sono molti di più. Scoppia in febbraio la guerra russo-giapponese. Una "colossale locomotiva" germanica raggiunge tra Erfurt e Kreiensen l'incredibile velocità di 127 chilometri all'ora. Comunque per percorrere i 153 km tra Monaco e Salisburgo l'Orient-Express impiega due ore e 17 minuti. In febbraio Baltimora è semidistrutta da un incendio che provoca un miliardo di dollari di danni (i grattacieli, che dovevano essere a prova d'incendio, bruciano come fiammiferi). Il Re d'Italia e l'Imperatore di Germania si incontrano a Napoli. In Germania si introduce la giornata lavorativa di otto ore. Muore Stanley, il giornalista inglese che nel 1871 aveva ritrovato sulle rive del lago Tanganika il missionario scomparso Livingstone (famose le parole di Stanley all' incontro : "il dottor Livingstone, suppongo"). Muore a Vienna Teodor Herzel, fondatore del sionismo. In luglio all'università di Innsbruck scoppiano nuovi incidenti tra studenti tedeschi ed italiani (cioè trentini). In novembre ci sarà anche un morto. Nel Trentino in agosto entra in funzione la prima linea automobilistica: Trento-Lavis- Mezzolombardo.


GIORNO PER GIORNO


(T.V. 5/1/1904) Le statistiche anagrafiche del comune di Gries, relative al 1903: nascite 129, matrimoni 18, morti 115. Di questi ultimi: 97 cattolici, 12 protestanti, 5 ebrei ed un ortodosso. Ventotto i bambini morti che non hanno raggiunto i due anni di vita.
Si svolge a Bolzano l'assemblea generale dell'"Alpenverein" ("für Deutschland und Österreich"). I soci sono saliti da 453 a 462; il rifugio sullo Sciliar è stato frequentato da 3758 alpinisti. Le guide ed i portatori di Bolzano, Cles, Cavalese e Primiero sono complessivamente 100. Intanto l'associazione delle guide di Ortisei ha deciso di acquistare alcuni sci. Due guide sono disponibili ad Ortisei ad impartire ai turisti lezioni di sci ed ad accompagnare sciatori nel corso di escursioni. Nel 1903 i morti in montagna per incidenti, nel territorio di competenza della sezione bolzanina dell'Alpenverein, sono stati due.
Continuano frequenti a Bolzano ed a Gries le rappresentazioni teatrali. Tra le tante ricordiamo uno "Zingaro barone" rappresentato al Teatro civico.
(T.V. 9/1/1904) La Cassa di Risparmio di Bolzano rende noto il suo bilancio: è attivo di 223mila corone. "Un segno che questo istituto socialmente utile si trova in piena fioritura".
Nel 1903 la "Camera degli avvocati" (Advokatenkammer) di Bolzano raggruppa 44 iscritti. Di questi 16 esercitano a Bolzano, 11 a Merano, 3 a Bressanone, Brunico e Caldaro, 2 a Lana, Lienz e Silandro, uno a Malles e Sillian.
"I cappelli delle signore sono a teatro un'autentica calamità. Fortunatamente da noi la maggioranza delle "dame" è disposta a toglierseli, in modo da non nascondere il palcoscenico a chi trova posto dietro di loro. Al Theatre Francaise di Parigi sul biglietto dei posti in sala si precisa che alle signore è vietato portare copricapo".
(T.V. 13/1/1904) La torre del museo civico in costruzione è stata dotata di un orologio che batte i quarti d'ora. Esso indica l'ora mitteleuropea. Anche l'orologio sul campanile del duomo da domenica scorsa indica l'ora mitteleuropea: le sue lancette sono state pertanto ritardate di dieci minuti.
A Bolzano e Dodiciville, comuni anagraficamente collegati, nello scorso mese di dicembre sono decedute 36 persone (4 con cognome italiano). Di queste, otto avevano meno di cinque anni.
(T.V. 16/1/1904) "Il nuovo orologio del museo crea problemi. Domenica era in anticipo di un quarto d'ora. Le lancette sono state spostate all'indietro, ma dopo due giorni erano in ritardo di sette minuti". "L'orologio del duomo è stato nuovamente spostato in avanti, cosicché adesso anticipa nuovamente il tempo di cinque minuti, cosa che è certamente pratica".
Si riunisce il consiglio comunale di Bolzano, e si apprende così che il principe von und zu Lichtenstein ha regalato a Bolzano il castello di Velturno. Si decide di istituire un ufficio di collocamento, come già è stato fatto a Vienna, Graz, Reichenberg, Brno, Lubiana e Innsbruck. Si istituisce una cassa di malattia per lavoratori domestici. I datori di lavoro pagheranno cinque corone all'anno di premio, e il Comune pagherà le spese ospedaliere. Per il 1904 si erogano 400 corone per una colonia marina a Grado, che accolga i bambini ammalati di scrofola.
Un cavallo s'è imbizzarrito in piazza della stazione, ed ha preso a percorrere pericolosamente via Francesco Giuseppe, travolgendo una bambinaia che è stata ricoverata all'ospedale. Il bambino fortunatamente è rimasto illeso. Il cavallo è stato coraggiosamente bloccato da un viaggiatore viennese "di nome Urban".
"La signorina Adele nobile von Hofer, ultima nipote di Andreas Hofer, è deceduta ieri a Vienna ". L'eroe tirolese, fucilato nel 1810 dai napoleonici a Mantova, aveva avuto un unico figlio, Johann, insignito di titolo nobiliare nel 1820; aveva ottenuto inoltre a Vienna per elargizione imperiale la proprietà di una tabaccheria. I suoi cinque figli non avevano avuto eredi; l'ultima sopravvissuta era per l'appunto Adele.
(T.V. 23/1/1904) Per vilipendio all'imperatore il Tribunale di Bolzano condanna a sei mesi di carcere il falegname Fill di Chiusa.
(T.V. 30/1/1904) L'imperialregio "assistente postale" Giulio Nardoni è stato arrestato per malversazione. L'assistente postale Johann Plank si è sparato. Non si conoscono i motivi del suicidio.
Proseguono intanto le esibizioni di fotografie di viaggi e avvenimenti lontani al Kaiserpanorama in piazza delle Erbe, a Bolzano. Sono ora in esposizione fotografie relative a momenti della rivolta dei boxer in Cina. Si annunciano anche immagini raccapriccianti: incendi, violenze, decapitazioni. I bolzanini, in una società che manca ancora di immagini, accorrono numerosi.
(T.V. 10/2/1904) Si riunisce il consiglio comunale di Bolzano, e si apprende così ufficialmente che la città riavrà una sua guarnigione. Sono annunciati due battaglioni del 3° reggimento Kaiserjäger provenienti da Vienna. Si annunciano però problemi per ospitarli, anche perché locali che potrebbero essere destinati ai militari (ad esempio le mansarde dell'ex convento dei Domenicani) sono abitate. Poi bisogna procurare una costruzione per il comando, ed una stalla per i cavalli degli ufficiali. Tra gli altri argomenti, si decide un mutuo di ventimila corone per la costruzione della passeggiata Lungotalvera sinistro, fino all'altezza di Castel Mareccio, che sarà portata ad una larghezza di 15 metri. Si parla anche degli stipendi dei tre medici dell'ospedale. Il comitato ospedaliero ha deciso aumenti di 400 corone: si rileva che è troppo poco. Il più basso degli impiegati dello "Städtische Kammeramt" guadagna più del primo dei medici. Si decide di rinviare il deliberato al comitato ospedaliero, per un suo riesame.
A Gries, ballo carnevalesco dei ciclisti. Sono rappresentate la società ciclistica "Vorwärts" (Avanti), la società ciclistica bolzanina, la società ciclistica "Tyrolia" di Bolzano (che durante il fascismo dovrà mutare il suo nome in "Bauzanum"), la società ginnastica "Jahn" ed altre associazioni sportive: le attività sportive non difettavano.
La statistica mensile: l'anagrafe di Bolzano e Dodiciville dà i dati del movimento demografico. Nel mese precedente i decessi sono stati 36, 5 bambini morti non avevano compiuto l'anno, cinque cognomi italiani tra i defunti.
(T.V. 13/2/1904) Al Kaiserpanorama, in piazza delle Erbe a Bolzano, prosegue l'esposizione di fotografie di terre e avvenimenti lontani. Questa volta si propongono fotografie del Nordamerica, ed anche di New York, la città dei "cosiddetti grattacieli" che "raggiungono anche i 25/30 piani".
Sette i posti di lavoro offerti dall'ormai periodico annuncio dell'associazione dei commercianti. Per un "corrispondente" si richiede la conoscenza della lingua italiana.
(T.V. 17/2/1904) Una notizia curiosa che merita di essere riportata, anche se non riguarda Bolzano: la marina austroungarica è forte di 8360 uomini, dei quali il 46% è croato, il 27% è italiano e solo il 10% è di lingua tedesca.
Ben frequentata a Bolzano la festa carnevalesca "la folle nave Bauzania". Il giornale registra con rincrescimento mancanza di tatto di matrice laica per certi costumi che irridono al clero.
(T.V. 20/2/1904) Il Tribunale di Bolzano condanna il 41enne Jakob Pinggera di Tubre a 13 mesi di carcere duro, per aver costretto una dodicenne a bere grappa da una bottiglia.
(T.V. 24/2/1904) Un ebreo sta industriandosi di aprire a Gries un'impresa di pompe funebri, specializzata tra l'altro nella spedizione di salme. "Dubitiamo assai che gli ospiti della nostra città di cura, in maggioranza cattolici, siano disposti ad affidare i loro cari a mani ebree".
(T.V. 27/2/1904) Durante il 1903 il traffico telegrafico nel Tirolo e Vorarlberg vede al primo posto Innsbruck con 186.331 telegrammi, seguita da Bolzano con 47.893 (45.004 nel 1902), Trento con 27.954 (27.977), Merano con 12.967 (13.518), Bregenz con 15.484 e Dobbiaco con 13.577. Quanto al traffico telefonico, le conversazioni sono state 1.009.834 ad Innsbruck (844.975 nel 1902), 368.489 a Bolzano (316.010), 366.749 a Merano (334.585) e 125.817 a Trento (110.600).
Antisemitismo al cimitero ebraico di San Giacomo (che si trova tuttora ad Oltrisarco, inglobato nell'attuale grande cimitero; san Giacomo faceva parte del comune di Gries). Ignoti hanno abbattuto e sfregiato dodici lapidi
A Kaiserpanorama, a Bolzano, in mostra fotografie di Napoli, la città "meglio ubicata nel mondo", e inoltre di Capri e della grotta azzurra..
(T.V. 2/3/1904) A Gries si è svolta un'assemblea dell'associazione politico-cattolica (Wanderversammlung des kath.-pol. Vereins) presenti un centinaio di contadini e i deputati Röggl e Schraffl. Si discute tra l'altro sui problemi doganali con l'Italia per l'esportazione della frutta. Alla conclusione dei lavori si è intonato un triplice "evviva" al papa e all'imperatore.
Nel corso dei lavori per la costruzione del nuovo museo l'operaio Johann von Wohlgemuth cade e muore. Aveva 66 anni.
(T.V. 5/3/1904) I decessi a Gries nel mese di febbraio sono appena nove. Tre tra i defunti hanno meno di un anno.. Tra i deceduti figurano due cognomi italiani.
(T.V. 9/3/1904) Nella vetrina di un fotografo di Gries sono esposte cartoline postali con immagini indecenti. Gli scolari si fermano a guardarle. Le autorità dovrebbero intervenire.
"Giovedì giunse a Bolzano con il diretto la salma di un certo Gregori Tasselkraut. Tasselkraut era ammalato e viaggiava insieme con sua madre e una sua sorella, proveniente dal suo paese (Vilna, allora Russia, ndr), e voleva raggiungere Merano per curarsi. E' tuttavia deceduto durante il viaggio, alle 4 e mezza del mattino, tra Fortezza e Bolzano. Aveva 19 anni". Era evidentemente un ammalato di petto: la notizia nella sua tragicità si commenta da sola.
(T.V. 12/3/1904) Il corrispondente dal comune di Gries scrive di una lieve scossa di terremoto di 4 secondi avvertita tra le 5 e le 6 del 9 aprile. La redazione di Bolzano riferisce invece che la scossa è stata avvertita il giorno 10 alle 5 e mezza, ed è durata più secondi, per ripetersi poi alle dieci del mattino.
"La signorina Elsa Dietz von Stein, la signora Marie Dannehl e il signor Richard Richter hanno dato concerto mercoledì davanti a un pubblico molto scarso, come purtroppo avviene il più delle volte a Bolzano e Gries (…) Oltretutto l'azienda di cura o chi di competenza deve tener presente che gli artisti in occasione di concerti non sono tenuti ad assumere incarichi da inservienti teatrali, cosa che genera un effetto penoso".
Furto di due statue nella chiesetta del Calvario. "I ladri sembrano essere amanti dell'antiquariato".
I decessi a Bolzano e Dodiciville nel mese di febbraio: 33 i defunti, tra i quali il consigliere della dieta tirolese Paul Welponer, 59 anni. La mortalità infantile stavolta è stata contenuta: solo due casi. Dei 33 defunti, sette portavano nomi italiani.
(T.V. 16/3/1904) A Bolzano è annunciata una proiezione di immagini di greci famosi (si tratta prevalentemente di fotografie di sculture). Di ogni personaggio saranno spiegate le vicende. L'ingresso alla sala sarà libero, ma chi vuole sedersi dovrà pagare 40 heller.
Una cameriera di 21 anni si uccide buttandosi da ponte Loreto nell'Isarco. Il suicidio avviene nel giorno in cui la giovane donna doveva apparire in Tribunale sotto l'accusa di furto.
Scena penosa nel foyer del teatro di Bolzano. Un vigile urbano accusa un signore d'aver fumato, lo insulta e gli mette le mani addosso, sospingendolo verso la cassa. Il malcapitato nega ed anche altri spettatori negano che avesse fumato. Il giornale chiosa l'atteggiamento disdicevole del pubblico ufficiale. Tuttavia nell'edizione successiva apparirà una precisazione del Comune, firmata dal sindaco, nella quale si ribadisce che lo sconosciuto effettivamente fumava, e si negano le intemperanze del vigile. Mercato del bestiame a Bolzano. Sono presenti duemila bovini. Prezzi alti.
(T.V. 19/3/1904) Il giornale apre la prima pagina con una grande fotografia del nuovo vescovo Celestino Endrici, attorniata da motivi Jugendstil. L'intronizzazione avverrà il 19 a Trento.
(T.V. 26/3/1904) Si apre all'hotel "Greif", nella sala "Vilpian", la nona mostra-mercato bolzanina dei vini. Sono esposte 219 qualità.
A Gries, in cimitero, al buio, sotto una pioggia scrosciante, si uccide con due colpi di pistola il 20enne Eberhard von Schmid, uditore all'università di Pietroburgo. Aveva vent'anni. Si trovava a Gries per curarsi.
A Bolzano si svolge la 31esima assemblea generale dei locali vigili del fuoco volontari, presenti 230 pompieri. I pompieri volontari sono ben 338 (327 l'anno precedente).
(T.V. 2/4/1904) Prosegue l'esibizione di fotografie del Kaiserpanorama al n° 2 di piazza delle Erbe. I visitatori possono vedere le fotografie di Roma durante l'incontro tra Guglielmo II e Vittorio Emanuele III. "Raramente la visita di un monarca è stata seguita con tale interesse e c'è stato tanto lusso come in questo caso, e come se ne ha testimonianza attraverso le singole fotografie".
La Bozner Zeitung è stata sequestrata per un articolo sul Bezirkhauptmann (letteralmente: capitano del circondario) di Bolzano.
Per il trasporto della posta da Gries alla stazione di Bolzano è stato adottato un triciclo. Ciò consentirà un trasporto della corrispondenza in più e inoltre l'apertura dell'ufficio postale di Gries fino alle 19.15.
(T.V. 6/4/1904) La cronaca parla di due investimenti ciclistici a Gries. In uno dei due casi l'ignoto pirata della strada è riuscito ad eclissarsi.
Il montatore 26enne Josef Prosch da Vienna, mentre si lavava le mani nell'Isarco, vi è scivolato annegandovi. Il suo corpo è stato traslato nel magazzino comunale.
(T.V. 9/4/1904) Nei Comuni di Bolzano e Dodiciville sono stati registrati in marzo 40 decessi. In quattro casi i defunti non avevano compiuto l'anno. Sei cognomi sono italiani.
(T.V. 13/4/1904) E' l'onomastico del sindaco. La banda dei vigili del fuoco e il Männergesangverein (società corale maschile) gli fanno una serenata.
A Bolzano ha fatto il suo ingresso la nuova guarnigione. Per andarle incontro e farle gli onori di casa, il battaglione trentino dei Kaiserjäger ha marciato per tre giorni da Trento a Bolzano. Alle 17 è invece giunto da Vienna in treno il 1° battaglione dei Kaiserschützen viennesi. Presente il sindaco, le altre autorità ed i vigili del fuoco, si è svolta la cerimonia dell'accoglienza. Poi, dalla stazione, l'ingresso in città. Marcia in testa la banda dei vigili del fuoco, poi quella dei Kaiserschützen, quindi il comandante e poi la truppa. Enorme folla. Commenta il giornale :"speriamo che i buoni rapporti tra militari e borghesi non siano turbati e che non si ripetano i fatti che hanno portato al trasferimento in altra sede della precedente guarnigione".
(T.V. 16/4/1904) Si sono conclusi i lavori per la posa del cavo sotterraneo che porterà l'energia elettrica dalla centrale di Tell a Gries. Tra breve si concluderanno anche quelli per il trasporto sotterraneo dell'energia da Gries e Bolzano. "Così Bolzano avrà finalmente luce sicura, che non s'interrompe ad ogni temporale o nevicata". A Bolzano inoltre nei primi tre mesi dell'anno si sono effettuati sei nuovi allacciamenti telefonici: gli utenti salgono pertanto a 228.
A Gries in marzo si sono avuti 17 decessi. In sei casi si tratta di bambini con meno di 5 anni.
(T.V. 20/4/1904) A Bolzano nel salone delle Sale civiche si proiettano 130 immagini delle Dolomiti ampezzane, ad iniziativa del signor Karl Wippinger da Linz. Vi si assiste a pagamento.
I maggiolini infestano nuovamente Gries. Le ore migliori per catturarli sono quelle del mattino e del pomeriggio.
(T.V. 23/4/1904) A Gries alle 5 ed alle 17 si suona la campana per invitare la gente alla raccolta dei maggiolini, che vengono poi distrutti.
(T.V. 27/4/1904) Il Comune di Gries paga 12 heller per ogni chilogrammo di maggiolini.
"Una ragazza tredicenne della val di Fassa è caduta nel torrente Ega all'altezza della centrale elettrica di Dodiciville. Voleva attraversare lo stretto ponticello in legno, le sono venute le vertigini ed è annegata sotto gli occhi della madre nelle onde del torrente". I fassani all'epoca raggiungevano Bolzano a piedi, lungo la val d'Ega.
(T.V. 7/5/1904) Il comune di Dodiciville decide di pavimentare con cubetti di porfido la strada che dalla dogana porta allo scalo merci. Per ora questa, come molte altre strade, è in terra battuta.
Una processione parte del duomo di Bolzano per raggiungere Rencio: lo scopo è quello di impetrare un buon raccolto. Processioni anche a Gries.
Riprendono a Bolzano i concerti all'aperto di bande militari, sospesi negli anni precedenti, dopo le risse tra borghesi e militari. Per l'8 maggio la banda dei Kaiserjäger annuncia un concerto in piazza Walther.
(T.V. 11/5/1904) Gries: la battaglia contro i maggiolini è quasi vinta. Tra il 21 aprile e il 6 maggio ne sono stati raccolti e distrutti 3708 chilogrammi.
(T.V. 18/5/1904) Nei comuni di Bolzano e Dodiciville sono deceduti durante il mese di aprile 35 persone, dieci di queste non avevano raggiunto l'anno di vita. I cognomi italiani tra i morti sono 10.
(T.V. 21/5/1904) Al cimitero militare di San Giacomo il 37enne Alois Dorfmann, scavata una fossa, vi si è seppellito fino al collo. Lo si è trovato privo di conoscenza ma vivo. Intendeva morire così.
A Bolzano l'associazione per la fotografia amatoriale organizza una riunione nelle sale del caffè Larcher di via Bottai, per la prima conferenza dedicata alla fotografia a colori secondo il metodo Slavik. L'accesso è riservato ai soci ed agli invitati. Intanto proseguono le esposizioni di fotografie del Kaiserpanorama. Si espongono fotografie dell'estremo oriente (Nagasaki, Shangai ecc.), che i bolzanini (le possibilità di farsi un'idea del mondo attraverso le fotografie erano limitate) giungono numerosi ad ammirare. La serie delle esposizioni di foto si avvia a conclusione. Si riprenderà in settembre.
(T.V. 25/5/1904) Gries. Si registrano frequenti azioni di disturbo da parte di giovinastri nei confronti dei monaci benedettini. Il giorno di Pentecoste, alle 4 del mattino, una ventina di scalmanati "probabilmente socialdemocratici" si sono fermati in piazza per insultare i monaci della vicina abbazia.
A Bolzano il calzolaio Raimund Vogl ha lasciato la chiesa cattolica per abbracciare il protestantesimo. "A quanto apprendiamo, non si tratto di un sudtirolese".
A Gries in aprile si sono avuti 15 decessi, in tre casi si tratta di bambini d'età inferiore all'anno. Un solo cognome italiano.
(T.V. 28/5/1904) Al tradizionale pellegrinaggio a Pietralba prendono parte 200 uomini, meno che non in passato. Il corteo dei pellegrini è partito a notte ed a piedi da Bolzano per raggiungere il santuario alle 8 del mattino. Rientro a Bolzano alle 19, mentre suonano festosamente le campane del duomo: le autorità religiose vanno incontro ai pellegrini e li accompagnano in duomo, ove - dopo ulteriori preghiere - il pellegrinaggio si scioglie.
(T.V. 1/6/1904) La Cassa di Risparmio elargisce premi da 100 corone al personale di servizio di varie famiglie, distintosi per la fedeltà ai rispettivi "padroni". Tre servitori hanno raggiunto i 28 anni di servizio ininterrotto.
(T.V. 8/6/1904) Bolzano: "i socialdemocratici indicono per oggi, martedì, alle 8 di sera un'assemblea di protesta nella grande sala civica, in tedesco ed italiano".
(T.V. 11/6/1904) Gries: "per la seconda volta la vedova del dottor Schrott si è fratturata un piede mentre camminava in piano; è scivolata su bucce d'arancia".
Processi in Corte d'Assise a Bolzano. Per omicidio (rissa) Lorenz Pitzinger e Franz Anort vengono condannati a 8 e 5 anni di carcere duro. Per atti contro la morale vengono condannati a sei mesi Augustin Ohrwalder ed Engelbert Wieser. Tre anni di carcere ad un borsaiolo ungherese. Antonio Saltuari viene ugualmente condannato per atti contro la morale: 13 mesi di carcere. Infine Gottfried Wolgemuth era accusato di omicidio per aver spinto giù dalle scale il suo datore di lavoro, uccidendolo. Viene assolto: il violento era il suo datore di lavoro.
(T.V. 15/6/1904) La sessione di Corte d'Assise si chiude con un ultimo processo per omicidio, imputato Giuseppe Ferrari che in un'osteria di Rencio aveva inferto una coltellata a Johann Fallenbach, uccidendolo. Era ubriaco sì o no? I giurati lo condannano a due anni di carcere duro.
(T.V. 18/6/1904) Saggio finale degli allievi del Musikverein di Bolzano, a chiusura del 49esimo anno sociale.
(T.V. 22/6/1904) "(Le agenzie del)la Cassa di Risparmio resteranno chiuse la domenica durante i mesi estivi".
L'Alpenverein di Bolzano organizza una gita per domenica 26: partenza da Bolzano, si raggiunge lo Sciliar, poi il 27 ci si porta a passo Sella, si scende la val Gardena e si raggiunge Ponte Gardena, il tutto rigorosamente a piedi.
"L'arciduca Ferdinando Carlo si trova a Bolzano e alloggia all'hotel Bristol. Domenica si è recato al lago di Carezza, ove ha pernottato. Lunedì sua altezza imperiale è tornata a Bolzano".
(T.V. 25/6/1904) Si riunisce il consiglio comunale di Bolzano. Essendo scaduto l'accordo con le suore per l'insegnamento nella scuola femminile, queste avevano inoltrato richiesta di rinnovo della convenzione. L'orientamento degli amministratori di Bolzano è però quello di laicizzare la scuola. Pertanto decidono che per l'anno prossimo insegnanti laiche subentreranno alle suore in tre classi, l'anno successivo la cosa si ripeterà per altre tre classi, e l'anno dopo per le due classi rimaste. Questa laicizzazione non è vista ovviamente di buon occhio dal Tiroler Volksblatt, giornale cattolico, che stigmatizza interventi irriguardosi nei confronti del clero durante la discussione.
Altra notizia di cronaca: il magazziniere Olivieri, abitante in via dei Portici, si impicca nel sottotetto. Era stato denunciato dalla moglie per maltrattamenti nei confronti del loro bambino.
I Kaiserjäger di Bolzano festeggiano la ricorrenza della vittoria contro i piemontesi a Custoza. Di sera una fiaccolata, l'indomani una Messa di ringraziamento.
Movimento demografico a Bolzano: citiamo come sempre le morti, più significative. Nel mese di maggio a Bolzano e Dodiciville i decessi sono stati 38, ed in 11 casi i defunti avevano meno di 5 anni. I cognomi italiani sono sette. A Gries otto decessi (in due casi bambini con meno di un anno). Nessun cognome italiano.
(T.V. 28/6/1903) Si costituisce a Bolzano la società canottieri "Athesis", ossia Adige.
"Venerdì sera un individuo senza voglia di lavorare chiedeva l'elemosina nel cimitero. Ad una donna, che non gli diede niente, rivolse parole offensive. La donna rese nota la cosa alla polizia e quest'ultima ha arrestato l'impertinente, dopo averlo invitato fuori dal cimitero".
(T.V. 2/7/1904) Gries: a chiusura dell'anno scolastico gli scolari più diligenti vengono premiati con libretti di devozione. Originalmente questi venivano acquistati con gli interessi di un fondo messo a disposizione dalla signorina Marie Maier. Adesso che la popolazione è cresciuta, il restante viene offerto da altri donatori. A sindaco di Gries viene confermato nuovamente, dopo 18 anni nella carica, il sindaco uscente Franz Lindner.
Due bolzanine hanno superato gli esami di maturità a Graz, presso quel liceo pubblico. Sono Marie e Rosa Resch, sorelle.
Mortale incidente di caccia in val di Fiemme. Ne è vittima l'ombrellaio bolzanino Fachinetti che, scambiato per un cervo, viene ucciso da un altro cacciatore.
(T.V. 6/7/1904) Una piccola di 21 mesi, Anna Kögl, annega in una roggia a Bolzano. L'incidente avviene a Dodiciville; il corpicino ormai esanime viene ripescato poco dopo, in via della Rena, ove la roggia riaffiora.
Decessi a Bolzano e Dodiciville durante il mese di giugno: sono morte 22 persone, tre hanno meno di un anno. I cognomi italiani sono otto.
(T.V. 9/7/1904) A Dodiciville viene confermato sindaco il dott. Franz von Hepperger.
In Corte d'Assise a Bolzano viene giudicato per lesa maestà il commerciante Alois Sterzinger. La condanna si limita però ad un mese di arresto per ubriachezza, dato che lo Sterzinger aveva insultato l'imperatore in stato di esaltazione etilica.
Viene arrestato il bavarese Josef Weber che nei dormitori dei mulini Rössler, ove lavora, ha inferto una coltellata al petto ad un altro dipendente. Il Weber era completamente ubriaco.
"Una bandiera bianca sventola da oggi sul carcere cittadino (di Bolzano), a segnare che attualmente non vi si trova alcun carcerato. Per Bolzano questa è una rarità, che non si verifica tutti gli anni".
(T.V. 13/7/1904) L'autorizzazione a costruire una chiesa protestante a Gries viene negata da parte di quel Comune. La motivazione: a Gries non esistono neanche 20 famiglie protestanti e di queste un terzo è contro la costruzione della chiesa.
(T.V. 16/7/1904) "Il muratore italiano Anacleto Bez, condannato a 3 mesi per appropriazione indebita, è fuggito dal carcere circondariale". Si tratta evidentemente di un trentino.
(T.V. 20/7/1904) Tre canoisti di Ulma varano le loro canoe nell'Adige sotto Castel Firmiano. Contano di arrivare a Venezia dopo cinque giorni (ma saranno arrestati a Verona dalle autorità italiane, trattati comunque amichevolmente, e rimessi in libertà il giorno successivo dopo una notte in albergo).
Ciclista pirata in via dei Vanga. Dopo aver investito tale Ignaz Kaufmann, s'è allontanato. Si è comunque sulle sue tracce.
Le drogherie di Bolzano hanno deciso di tener chiuso nei giorni festivi della prossima estate.
(T.V. 23/7/1904) Gries: "Gli abitanti si lamentano della polvere che si alza dalle strade. Bisognerebbe innaffiarle frequentemente. Ma ciò avviene soltanto durante la stagione turistica".
(T.V. 27/7/1904) "Il caldo quasi insopportabile di domenica ha provocato una gran sete. Gli osti debbono aver versato - nonostante i rincari - un notevole quantitativo di birra. Così, ad esempio, lunedì davanti all'hotel Walther von der Vogelweide si poteva vedere tutta una montagna di botti di birra, il cui contenuto è servito evidentemente domenica per rinfrescarsi".
(T.V. 3/8/1904) S'inizieranno in autunno i lavori di scavo per la nuova sede della Cassa di Risparmio di Bolzano, all'incrocio tra via Museo e via Kaiserin Elisabeth (oggi via Cassa di Risparmio). La nuova sede sarà costruita in stile eclettico, poi tradotto in stile piacentiniano durante il fascismo.
Ladri di frutta arrestati a Bolzano. Sono Anton Maier da Sarentino e Mario Castelli da Terlago: hanno tentato di vendere la frutta rubata ad una fruttivendola bolzanina, che li ha denunciati.
Il 21enne Giovanni Tamanini da Laives annega alla confluenza tra l'Isarco e l'Adige. S'era messo ai remi di una canoa che s'è capovolta. Non sapeva nuotare.

La Wasserpromenade (Lungotalvera sinistro)

(T.V. 6/8/1904) Si annuncia per il giorno 18, genetliaco dell'imperatore, l'apertura della "Wasserpromenade", la passeggiata ricavata sull'argine sinistro del torrente Talvera. A partire da settembre sarà anche illuminata elettricamente. L'inaugurazione ufficiale avverrà solo l'anno successivo, quando saranno sistemate le panchine e saranno terminate le "costruzioni lussuose" previste.
Furto nel maso Riegler di Gries. Sono scomparse 2110 corone, ed inoltre gioielli. Si sospetta del 22enne Paolo Daroguzzi, apprendista falegname, che aveva lavorato per un certo tempo all'interno del maso.
In conseguenza della partenza per le grandi manovre, previste in Boemia, non restano che cinque concerti della banda del reggimento all'hotel "Walter von der Vogelweide".
(T.V. 13/8/1904) Si aprono le iscrizioni per i corsi di taglio e cucito tenuti dalle Terziarie francescane in via Francescani 6, presso la loro scuola privata. Si aprono anche le iscrizioni per la scuola pubblica femminile superiore: vi si accede a condizione che si siano compiuti almeno i 13 anni. Chi ha completato questi studi, ha superato l'esame di maturità in un liceo femminile ed ha 17 anni, può accedere al quarto anno della scuola magistrale, o iscriversi ad una università in Austria.
(T.V. 17/8/1904) Il movimento demografico in luglio, relativamente ai comuni di Bolzano e di Dodiciville: 24 defunti, dei quali quattro con meno di due anni. Tra i morti, 6 recano cognomi italiani.
(T.V. 20/8/1904) Per il compleanno del Kaiser, mortaretti sul Virgolo, concerto della banda dei vigili del fuoco in piazza Walther, un solenne rito religioso in duomo.
In occasione dell'assemblea generale dell'Alpenverein di Austria e Germania saranno illuminate da fuochi numerose cime attorno a Bolzano. Sarà uno spettacolo affascinante, ben visibile soprattutto dalla nuova passeggiata Lungotalvera.
(T.V. 27/8/1904) Assemblea popolare contro il carovita nelle Sale civiche di Bolzano. Duecento i presenti. Si decide di disertare gli esercizi che hanno aderito ai recenti aumenti del prezzo della birra. Ad Innsbruck - riferisce un relatore - 20 osti hanno riabbassato il prezzo del vino a 10 corone e dodici hanno riabbassato la birra a 9 corone. L'assemblea, d'ispirazione socialdemocratica, approva un ordine del giorno col quale "invita i lavoratori di Bolzano di far fronte comune contro l'aumento dei prezzi degli alimentari e di bere solamente laddove (la birra) venga servita ai vecchi prezzi".
(T.V. 3/9/1904) La scuola femminile di Gries, condotta da vari decenni dalle Terziarie francescane, viene arricchita di un'altra aula, per poter far fronte all'accresciuto numero di allieve.
Terminate la manovre in val di Non, la guarnigione è tornata a Bolzano. Ha coperto a piedi il lungo percorso da Fondo, al passo della Mendola, a Bolzano, una marcia oggi impensabile.
Ha luogo l'assemblea generale dell'Alpenverein di Austria e Germania. Si dà disposizione perché i fuochi sui monti si accendano tra le 20 e le 20.30. Il via sarà dato comunque da razzi che partiranno dal greto del Talvera. "Tutti coloro che hanno assunto l'incarico di accendere i fuochi sono pregati ancora una volta di attendere il segnale dato dai razzi, perché non vada persa la forte impressione che deriverà dall'accendersi contemporaneo dei roghi".
"Domenica prossima entra in funzione la stazione di Settequerce, sulla linea Bolzano-Merano".
(T.V. 7/9/1904) Varie centinaia di partecipanti all'assemblea generale dell'Alpenverein di Austria e Germania hanno visitato Gries e i suoi dintorni.
I dati turistici di agosto a Bolzano: sono venute 10.506 persone (dalla Germania 5.084, dall'Austria 4.242, dalla Gran Bretagna 612 ecc.
(T.V. 14/9/1904) Inizia con una Messa l'anno scolastico alla scuola elementare di Gries. Il personale insegnante è costituito da due maestri e quattro terziarie francescane. La religione viene insegnata da tre benedettini.
I dati anagrafici di agosto per i comuni di Bolzano e Dodiciville: si sono avuti 24 decessi (dieci di persone con cognome italiano); dieci defunti non avevano raggiunto l'anno d'età. A Gries i decessi sono stati 10, nessuno con nome italiano. Tre i defunti che non hanno raggiunto l'anno d'età.
(T.V. 17/9/1904) Si annunciano 5 processi alla prossima sessione della Corte d'Assise di Bolzano: due per stupro, gli altri per furto. Riapre il Kaiserpanorama, l'esposizione di fotografie di paesi lontani, ad un primo piano di piazza delle Erbe. E' il turno di immagini del Giappone, che i bolzanini trovano interessanti e curiose. Si chiederanno sicuramente come fa, quel popolo abitante in casette di legno, ad avere successo contro la potenza russa nella guerra in corso nell'estrema Siberia.
L'amministratore dei principi Campofranco, Walther Aschauer von Lichtenthurn, cade nelle acque del torrente Ega e vi muore. Stava tornando a Bolzano a piedi non avendo trovato posto in carrozza.
Si annuncia per il giorno 24 la festa per il trentennale dei vigili del fuoco volontari di Bolzano. Suoni di bande, cortei, pranzo nelle sale civiche, dimostrazioni di efficienza, illuminazione festosa di piazza Walther.
(T.V. 24/9/1904) In Corte d'Assise, l'infanticida Notburga Thum viene condannata a 4 anni di carcere duro. Johann Lechtaler, 47 anni, a 3 anni e mezzo di carcere per reati contro la morale. Josef Burger, accusato d'omicidio, viene condannato a 3 anni di carcere duro per eccesso in legittima difesa. Il germanico E.Lande infine viene condannato a pagare 4000 corone per "delitto contro la sicurezza dell'onore", in seguito ad una lettera inviata al giornale Bozner Nachrichten.
Ignoti appiccano il fuoco al ponte in legno sull'Isarco, unico - all'epoca - a scavalcare il fiume nel Comune capoluogo. Le fiamme vengono spente in tempo.
(T.V. 28/9/1904) "La signora Mizzi Ferrari, solista del 'Musikverein' e cantante nel coro parrocchiale, è stata scritturata per il teatro di Ingolstadt (Baviera)".
Katharina Schiegl crede di bere acqua, e invece beve dell'acido. Muore un'ora e mezza più tardi.
(T.V. 1/10/1904) Sul giornale appare il nuovo orario ferroviario. Il treno più veloce (Nord-Süd Express, ferma solo a Brennero e Fortezza) per raggiungere Bolzano partendo da Innsbruck ci impiega dalle 11,15 alle 14,54. Poi in un'ora, senza fermate, raggiunge Trento (una velocità per quest'ultimo tratto di una cinquantina di km/h). Per coprire il percorso inverso, da Bolzano ad Innsbruck, parte alle 15,04 per arrivare alle 18,50.
(T.V. 5/10/1904) Mentre va in bicicletta tra Laives e San Giacomo muore Silvio Campostrini, 28 anni. Colpo al cuore. Poi la rettifica: collisione con un veicolo-pirata.
La banda del 3° reggimento Kaiserjäger darà concerto sulla Erzherzog Heinrich-Promenade (la passeggiata del Guncina) davanti all'hotel "Germania".
(T.V. 8/10/1904) Il consiglio comunale di Bolzano si esprime contro l'asfaltatura di piazza Walther, il salotto cittadino, perchè troppo costosa. La piazza resterà pertanto ancora in terra battuta.
(T.V. 12/10/1904) Movimento demografico di Bolzano-Dodiciville in settembre: 29 defunti (uno solo con cognome italiano); di questi nove non avevano compiuto l'anno di vita.
(T.V. 15/10/1904) Si costituisce a Bolzano un'associazione avente come scopo quello di istituire una biblioteca popolare cattolica con sala di lettura. Scopo: "offrire al popolo un buon nutrimento e rimuovere la massa di cattive letture, che trovano accoglienza nelle famiglie, ai danni specialmente della gioventù". Il comitato dispone per ora di duemila libri e fa appello a chiunque perché collabori con ulteriori donazioni.
Il ministro britannico delle colonie Chamberlain è ospite dell'hotel "Bristol" di Bolzano, con moglie.
(T.V. 19/10/1904) Gries: "Domenica un ciclista del posto è stato investito da un'automobile. La bicicletta è stata danneggiata seriamente, mentre il ciclista se le è cavata con qualche escoriazione".
(T.V. 22/10/1904) Un centinaio di socialdemocratici si portano davanti alle Sale civiche, dove è in corso una assemblea di apprendisti parrucchieri, e fischiano rumorosamente. La ragione della manifestazione: l'assemblea viene tenuta in un locale nel quale la birra viene servita a prezzi elevati: 22 heller per mezzo libro.
Proseguono le esibizioni fotografiche di località lontane al Kaiserpanorama di piazza delle Erbe 2: questa volta si propongono le manovre militari, terrestri e navali, in Austria, presente S.M. il Kaiser. Gli adulti pagano 40 heller. Le fotografie vengono cambiate ogni sette giorni.
(T.V. 26/10/1904) Un bue imbizzarrito attraversa piazza Walther, investe una persona, si dirige verso il quartiere Neustadt (le attuali via Dante e Carducci). Vani i tentativi di fermarlo. Si ricorre allora al vicino Circo "Vittoria", che invia un lanciatore di lazo a cavallo. Col lazo il bue viene facilmente imbrigliato e ridotto alla ragione. Il lanciatore di lazo fa parte di un gruppo che viene dato per originario del Texas. Poco dopo il circo, in difficoltà economiche, si scioglierà.
La Realschule (scuola media superiore ad indirizzo tecnico) si trasferisce dall'attuale sede di piazza Kaiser Franz Josef, in quella nuova della Kaiserin Elisabeth-Strasse (l'attuale scuola Dante Alighieri).
L'associazione commercianti indice anche quest'anno per i suoi soci, corsi di italiano per principianti e progrediti.
(T.V. 29/10/1904) Il giornale riferisce del furto di sei galline a Gries. Un analogo tentativo in un cortile vicino è andato in fumo, per l'abbaiare di un cane. Le notizie di cronaca, evidentemente, sono molto scarse, se si giunge a riferirne anche di questo genere.
Prosegue la guerra della birra. I lavoratori hanno deciso di non limitarsi più a non bere la birra in vendita a prezzi accresciuti. Il bere vino (più costoso) anziché birra, si traduceva infatti in un ulteriore guadagno per gli osti. Decidono allora di boicottare del tutto i locali nei quali la birra costa cara. Vengono distribuiti volantini in tedesco ed italiano, per sostenere la "guerra della birra". Al ristorante "al Cervo" s'è tenuta un'affollata assemblea alla quale ha preso la parola anche "il dottor Cesare Battisti, redattore del giornale socialdemocratico 'il Popolo', di Trento". Battisti ha parlato in italiano, il signor Abram da Innsbruck in tedesco: tema comune, il rincaro della vita.
(T.V. 2/11/1904) Infortunio nel comune di Gries, località Sand. Una serva 15enne del maso Stein mentre tentava di alzarsi sotto il carico di una gerla piena, ha perso l'equilibrio precipitando per 200 metri in un burrone. E' stata ritrovata cadavere l'indomani.
(T.V. 5/11/1904) Movimento demografico a Bolzano e Dodiciville nel mese di ottobre. I defunti sono stati 31, tre di questi non avevano compiuto l'anno di vita. Sei defunti hanno cognome italiano.
(T.V. 9/11/1904) Infortunio sul lavoro a Gries. Muore il 33enne Pietro Dollinare, folgorato mentre lavora alla rete ad alta tensione. Era stata immessa corrente mentre l'operaio era ancora al lavoro.
Il prezzo dello zucchero si mantiene alto. Ufficialmente è conseguenza della siccità, che ha inciso negativamente sulla coltivazione delle barbabietole.
Movimento turistico a Bolzano: in ottobre vi sono giunti 5.634 forestieri, dei quali 1.970 germanici.
A Bolzano il consiglio comunale vota un'energica risoluzione a proposito dei fatti di Innsbruck. Il 4 novembre c'erano stati scontri sanguinosi tra studenti tedeschi ed italiani (ossia trentini). Ufficialmente dieci feriti per parte; il pittore Pezzei era deceduto per una baionettata infertagli da uno dei militari chiamati a sedare i disordini. Tra gli arresti anche Cesare Battisti (T.V. del 30/11). Dopo la riunione del consiglio comunale, si dà vita ad un'affollata (600 convenuti) assemblea pubblica nelle Sale civiche, convocata dal Deutsches Verein für Südtirol (Associazione tedesca per il Sudtirolo). Numerosi gli interventi, tutti rivolti alla salvaguardia della 'tedeschità' contro le tendenze autonomiste se non indipendentiste degli 'italiani'. Parla anche il sindaco di Bolzano, Julius Perathoner, convinto pangermanista.. Tra i presenti il consiglio comunale di Bolzano quasi al completo, numerosi socialdemocratici, le "Turnvereine" (società ginniche) Bozen e Jahn, con i loro soci in abbigliamento da ginnasti. Ad Innsbruck in precedenza era stata aperta una facoltà italiana "contro il volere della popolazione".
(T.V. 12/11/1904) A Bolzano in piazza Walther si radunano alcune centinaia di "nazionalisti tedeschi" (Deutschnationale) per dimostrare contro gli italiani. Cortei, abbattute insegne di negozi italiani e infrante vetrine e finestre. Il Tiroler Volksblatt prende energicamente posizione contro questi disordini. "I giovani che abbiamo visto numerosi ieri sera tra i dimostranti, alle nove debbono essere a letto, e non per strada". 700 lavoratori italiani, impegnati ad Innsbruck presso enti ed aziende pubbliche, vengono licenziati. Seguiranno disordini tra civili e militari anche a Trento.

Mercato delle castagne in piazza Walther

(T.V. 16/11/1904) Seduta del comitato promotore per la costruzione della ferrovia Bolzano-Renon. L'ingegner Riedl presenta il suo progetto, che prevede una cremagliera fino a Soprabolzano (40 minuti ad una velocità di 6 km/h). Poi verrà costruita la strada di collegamento tra Soprabolzano e Collalbo, sulla quale successivamente saranno poggiati i binari per proseguire il tracciato ferroviario fino a Collalbo.
Il Tribunale di Bolzano condanna a sei settimane per omicidio colposo l'impresario Luigi Bertagnolli. Durante lavori edili a Caldaro un suo operaio era deceduto, perché le opere di sicurezza erano state trascurate.
La polizia urbana di Bolzano, anche in conseguenza dei disordini di giorni prima, viene rinforzata di due unità. I vigili in servizio sono ora venti.
(T.V. 19/11/1904) La sezione femminile della Croce Rossa di Bolzano a appresta a celebrare il venticinquennale della sua esistenza.
Si scioglie "Flora", l'associazione dei floricoltori bolzanini.
Nella piazza del mercato del bestiame di Bolzano (l'odierna piazza Verdi) sono stati allestiti due baracconi, nei quali si possono ammirare a pagamento tre donne del tutto insolite. Il primo ospita due donne tatuate, Miss Creola e Miss Alwanda. Miss Creola sarebbe stata vittima di un naufragio e sarebbe così finita in mano ad un fachiro indiano che l'ha tatuata su tutto il corpo (una inserzione pubblicitaria precisa che su alcune parti del suo corpo sono stati tatuati i volti di alcuni capi di stato europei). "Il procedimento è durato due anni e mezzo, lungo i quali la donna ha dovuto subire dolorose punture di spillo su tutto il corpo". Miss Alwanda è stata tatuata invece da un indiano d'America. Nell'altro baraccone si trova invece una gigantessa di 15 anni che raggiunge "l'enorme peso" di 160 chilogrammi. Si chiama Antonietta ed alla nascita pesava oltre 5 chili. Ha dovuto lasciare la scuola perché non trovava posto tra i banchi. Ha bisogno di due sedie per sedersi. La circonferenza della sua vita misura due metri.
E continuano anche le esibizioni del Kaiserpanorama, la mostra fotografica di piazza Erbe. Questa settimana si possono ammirare fotografie relative alla spedizione polare di Nansen, che raggiunse l'avvicinamento massimo al polo nord, di 86°14'.
(T.V. 23/11/1904) Prosegue intensa l'attività teatrale amatoriale, tanto a Bolzano che a Gries. Intanto inizia la stagione del Musikverein, l'associazione musicale della città di Bolzano. Si eseguirà "In Italien", ouverture di Karl Goldmark che già ha ottenuto consensi a Vienna. Si riprenderà anche la "Sinfonia fantastica" di Berlioz.
"Un pallone aerostatico che domenica avrebbe dovuto prendere quota (a Bolzano) aveva richiamato gran pubblico. Poco prima che il suo riempimento venisse completato, tuttavia, nell'involucro di seta s'è aperto uno squarcio, e così l'aerostato s'è afflosciato davanti agli occhi del pubblico, deluso. Alle 16 è stato fatto un nuovo tentativo, che è riuscito a metà. Il pallone si è alzato da terra, ma ben poco".
Le terziarie francescane si vedono costrette ad aprire a Bolzano una scuola privata, visto che il Comune le sta allontanando dalla scuola femminile che fu loro, ed è ora in corso di laicizzazione. La scuola femminile (Töchterschule) delle terziarie aveva duecento anni. Ora esse hanno ottenuto l'autorizzazione ad aprire una nuova scuola privata e dedicheranno l'istituendo istituto all'Immacolata Concezione, questo "sublime vanto del sesso femminile" (erhabene Zierde des weiblichen Geschlechtes). Tuttavia difettano i fondi, e così le suore si appellano al buon cuore della cittadinanza.
(T.V. 26/11/1904) Pioggia e neve a Bolzano hanno ridotto in cattive condizioni le strade. C'è neve fino a Egna. Al Brennero il manto raggiunge il metro, bloccando il traffico ferroviario e postale.
(T.V. 3/12/1904) Il giornale precisa per buona conoscenza dei partecipanti l'ordine di incolonnamento per la processione dell'Immacolata Concezione, allora di gran lunga più affollata di quanto lo potrebbe essere oggi. Giova riprodurlo, per sottolineare ancora una volta il mutato sapore dei tempi:
1- L'istituto maschile Rainerum;
2- L'istituto maschile Josephinum;
3- Gli scolari dell'orfanotrofio;
4- Le scolare dell'Elisabethinum:
5- Le "filiali" (chiese diverse dalla parrocchiale);
6- L'associazione dei lavoratori cattolici con bandiera;
7- Il convitto cattolico degli apprendisti con bandiera;
8- L'associazione degli apprendisti cattolici con bandiera;
9- Le "onorevoli corporazioni" con bandiere;
10- La popolazione maschile;
11- Le reliquie del beato Enrico, recate da 4 contadini;
12- La congregazione mariana maschile con bandiera;
13- Le reliquie della santa Aurelia, portate da 4 padri eucaristini;
14- La scuola media inferiore maschile;
15- Le reliquie di San Marco, portate da altri 4 eucaristini;
16- Il ginnasio superiore;
17- Le reliquie di san Celestino, portate da 6 cittadini;
18- I reverendi padri cappuccini;
19- I reverendi padri francescani;
20- Il labaro del Comune;
21- Banda e coro;
22- L'immagine miracolosa di Nostra Signora "vom Moose", portata alternativamente da otto francescani e otto cappuccini;
23- Il labaro del duomo, con chierichetti;
24- I padri eucaristini;
25- Il clero;
26- Il labaro del capitolo del duomo;
27- I reverendi canonici;
28- I giovani nobili;
29- Il Santissimo, portato dal prevosto;
30- Il direttivo della congregazione maschile "Maria Opferung";
31- Il direttivo della congregazione maschile "Maria Lichtmess";
32- La congregazione femminile dell'Immacolata Concezione;
33- La congregazione femminile dell'Annunciazione;
34- Il restante popolo (prima gli uomini, poi le donne).
Tutti i gruppi portano candele accese.
(T.V. 7/12/1904) La ditta Amonn di Bolzano bandisce un concorso rivolto a tutti i fotoamatori, per immagini da utilizzare come cartoline postali illustrate. I premi: 100 corone per il primo, 60 per il secondo, 40 per il terzo classificato.
(T.V. 10/12/1904) Muore l'81enne Anton Mall. Nel 1848 con la compagnia degli Schützen di Caldaro combattè contro Garibaldi al Tonale e s'impossessò di una bandiera.
Kaiserpanorama propone fotografie di una traversata atlantica con il vapore "Deutschland". Si possono vedere anche fotografie di Chicago, con i suoi palazzi di "oltre venti piani".
(T.V. 14/12/1904) Processi alla Corte d'Assise di Bolzano. Per duplice tentativo di omicidio nei confronti dei suoi maestri sarti, marito e moglie, viene condannato l'apprendista Johann Dietl. Tre anni di carcere duro, più un giorno di digiuno ogni quarto d'anno e un giorno di tavolaccio il 18 agosto, ricorrenza del delitto.
(T.V. 17/12/1904) Ancora Corte d'Assise. Matthias Schwienbacher, che durante una rissa d'osteria aveva ucciso un avventore con una coltellata, viene condannato a tre anni di carcere duro. Impressiona il caso di Josefa Pernstich, nata Roregger, accusata d'avere martoriato dalla nascita portandola a morte l'indesiderata figlioletta Juliana, quattro anni. Viene condannata a 5 anni di carcere duro, ad un giorno di digiuno ogni quarto d'anno e all'isolamento il 29 settembre (giorno della morte della sua bambina). Valentin Trenkwalder è accusato di incendio doloso per aver tentato più volte di dar fuoco alla casa parrocchiale di Maia Bassa. E' condannato a sei anni di carcere duro.
Durante il mese di novembre l'anagrafe per i Comuni di Bolzano e Dodiciville registra 33 decessi (sette con cognomi italiani). Cinque dei defunti hanno meno di un anno di età.
(T.V. 21/12/1904) Furto a Gries: dall'esterno di un locale pubblico è stata rubata una bicicletta. Ricerche immediate, e l'autore del reato viene identificato in un "italiano" (ossia trentino).
Ancora processi in Corte d'Assise. La bracciante 42enne Anna Bacher è accusata di aver accompagnato i suoi figli illegittimi Anna e Johann ad appiccare due incendi: otto anni di reclusione. Il trentenne Josef Gstrein, contadino, che con un pugno aveva fatto schizzare fuori dall'orbita un occhio al suo bracciante Profanter, è condannato a 5 mesi di carcere e mille corone di danni. Il ferroviere ventenne Anton Obernosterer aveva accoltellato ed ucciso Sebastian Klabischnigg. Gli viene riconosciuta l'attenuante d'essere stato ubriaco: se la cava così con 4 mesi per omicidio colposo.

Home Page | Biografia | Contenuto del sito | Cronache del passato | Personaggi 1 | Personaggi 2 | Persone | Gallerie fotografiche | Bibliografia | Fonti fotografiche | I miei libri | Sponsor | Storie di sponsor | Contatti | Privacy Policy | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu