Bolzano scomparsa


Vai ai contenuti

Menu principale:


1925

Cronache del passato > 1925-1929

DAL MONDO


Il 4 gennaio il governo vara severe disposizioni per l'ordine pubblico, che sono in realtà provvedimenti liberticidi. I partiti dell'opposizione si ritirano sull'Aventino. A fine mese muore a Monaco a 84 anni Sofia di Napoli, l'ultima regina del regno delle Due Sicilie. Era sorella di "Sissi", l'imperatrice d'Austria-Ungheria, consorte di Francesco Giuseppe. Le autorità ecclesiastiche prendono posizione contro i balli moderni: foxtrott, tango, onestep e shimmy. Negli USA 20 milioni di persone ascoltano la radio (der Landsmann 6/2/1925). Il capitano Frederic Cook, che a suo tempo (1908) aveva affermato di avere raggiunto il polo Nord, ma fu sbugiardato, è stato condannato a 40 anni di carcere per aver truffato 30 milioni di dollari. Il pilota svizzero Mittelholzer effettua il volo Parigi-Teheran in dieci giorni con un "aereo metallico" Junker. A fine febbraio Hitler convoca a Monaco i suoi sostenitori, si presentano in diecimila. Il successo lo consacra capo del movimento nazionalsocialista. Dal marzo 1924 al marzo 1925 la lira si è deprezzata dell'8% (der Landsmann 7/3). I primi di aprile durante un'esercitazione in Germania nell'attraversare un ponte, che crolla, muoiono 78 soldati ed un ufficiale. A metà aprile attentato in una chiesa di Sofia, durante il rito funebre per la scomparsa di un'eminente personalità: i morti sono oltre 150, i feriti un migliaio. Hindenburg viene eletto alla presidenza della Germania. In giugno la camera bassa canadese approva un provvedimento col quale il Canada s'annette il polo nord. Muore a 83 anni l'astronomo-divulgatore francese Camille Flammarion. L'esploratore polare norvegese Roald Amundsen tenta di raggiungere il polo nord con un aereo, ma atterra a 250 km dalla meta. Der Landsmann del 26 giugno: l'inglese Donald Mac Millan partirà con due aerei alla volta del polo nord per localizzare l'isola "già vista" nel 1906 da Peary, e che si troverebbe in prossimità del polo. Sotto la presidenza del sen. Treccani si riunisce un comitato per la compilazione di quella che sarà la grande enciclopedia italiana. Der Landsmann del 14 luglio: un'anziana madre in Inghilterra riesce a sentire la voce del figlio che parla alla radio in Sudafrica. Riconosce la voce, ma non cosa dice, dato che la trasmissione è fortemente disturbata. "Questa radio è comunque un miracolo". Der Landsmann 29/7: Nel laboratorio militare di radiotelegrafia a Roma al sottosegretario Cavallero viene mostrata l'invenzione del tenente Tanferna, che consente di avvistare aerei in volo anche di notte: è il radar? Quindici morti in un treno che precipita nel vuoto tra Catanzaro e Reggio Calabria, dopo che un ponte è crollato per il maltempo. Ai primi di novembre si annuncia la scoperta di un complotto (on. Zaniboni ed altri) diretto a sopprimere Mussolini: ne conseguiranno provvedimenti liberticidi. Il trasvolatore De Pinedo conclude il suo volo da Sesto Calende, a Melbourne e Tokyo, rientro (festeggiatissimo) a Roma: era partito il 21 aprile, rientrato il 7 novembre. A fine dicembre il Senato approva la legge sulla stampa: viene introdotta la censura preventiva.

A BOLZANO GIORNO PER GIORNO


(der Lands. 3/1/1925)
Si dimettono i componenti tedeschi della commissione consultiva del Comune di Bolzano. Sono Josef Kerschbaumer, Alois Told, Bruno Frick ed Erich Amonn. Protestano perchè non venivano convocati da tempo dal commissario prefettizio e perchè non erano stati sentiti in decisioni importanti, come l'appalto della riscossione delle imposte di consumo e su altri temi di politica economica.
(der Lands. 5/1/1925) Si dimette anche l'ultimo componente della consulta, l'ing. Spiro Nachic.
Imbrattato nuovamente il monumento a Walther von der Vogelweide con scritte in italiano. Fermato l'autore.
(P.P. 7/1/1925) "Domenica sera su automobili, alcuni fascisti visitavano buon numero dei locali pubblici del circondario. Nessun incidente si ebbe a verificare. Più tardi ignoti pitturavano il monumento a Walter (sic) con grandi scritte: "Viva il fascismo", "Viva il duce", "A chi l'Italia? A noi!". Un gruppo di sei o sette fascisti veniva invitato da due carabinieri in caserma. Pochi minuti dopo venivano però rilasciati".
(der Lands. 7/1/1925) Le lampadine vendute dall'Azienda elettrica municipalizzata, che ha il monopolio della vendita, durano pochissimo. Si è accertato che l'Azienda vende lampadine da 120 volt, mentre la tensione della rete è di 125/130 volt. Ora l'Azienda mette in vendita lampadine da 125.
(der Lands. 9/1/1925) Nel 1924 a Bolzano il movimento turistico ha registrato 96.959 arrivi e 125.824 presenze, in netto aumento. I più presenti sono gli italiani.
Anche a Bolzano si reintroduce la censura sulla stampa.
(der Lands. 10/1/1925) Primo effetto della censura: la prima pagina del giornale appare quasi del tutto bianca.
(der Lands. 12/1/1925) Con decreto del prefetto il "pane popolare" viene venduto a Lire 2,15 il kg. Se ne precisa anche la composizione.
S'impicca in casa in via Portici il 34enne Johann Karl Wagner, da Norimberga.
Muore all'ospedale il 24enne Francesco Di Dio, che il 18 novembre dell'anno precedente s'era sparata una revolverata in testa, ai giardini pubblici di Gries.
(der Lands. 13/1/1925) Tutti gli annunci in chiesa debbono essere effettuati nelle due lingue, pertanto anche in italiano.
(der Lands. 16/1/1925) Nello scaricare con altri pesanti lastre di vetro da un autocarro l'operaio Peter Bodner ne viene investito e muore. L'infortunio avviene in un cortile di via Dolomiti, dove si trova un laboratorio.
(der Lands. 17/1/1925) Si ha notizia sull'intervento censorio del giorno 10, per il quale der Landsmann è uscito con la prima pagina parzialmente in bianco. Vi si riportava un intervento dell'on. von Sternbach alla Camera dei deputati. Lo stesso intervento era stato pubblicato sulla Meraner Zeitung che non è stata però sequestrata.
(der Lands. 19/1/1925) Si disputa una gara podistica di 5000 metri "ad ostacoli" (si tratta in realtà di una corsa campestre) per il "campionato". Vince il trentino Enrico Dallamaria sul bolzanino Luigi Vitale. Quest'ultimo, non conoscendo il percorso che era stato segnalato male, ha sbagliato tre/quattro volte strada (nei giorni a seguire il presidente dell'U.S. Emilio Colombo, Giovanni Zucchermaglio, contesterà con uno scritto al giornale queste affermazioni).
(der Lands. 20/1/1925) Continua a non nevicare. Si ricorda che nell'anno solare 1921 non è caduto a Bolzano un solo fiocco di neve.
(P.P. 21/1/1925) Assemblea della sezione bolzanina del CAI, che dal 24 gennaio dell'anno precedente è entrata in possesso dei beni (rifugi ecc.) del precedente Alpenverein. Si accenderà un mutuo per restaurarli. Alla presidenza viene eletto l'avv. Enrico Clemente Diressi.
(der Lands. 22/1/1925) Il direttore responsabile del Landsmann, Peter Fuchsbrugger, viene ufficialmente ammonito dal prefetto Guadagnino per la "diffusione di notizie false, tendenziose ed esagerate, nonché per commenti velenosi, che hanno come risultato quello di fomentare nella popolazione allogena sfiducia e odio".
(der Lands. 28/1/1925) Un carrettiere viene denunciato per aver a lungo impedito, piazzandoglisi davanti col suo carro trainato da due cavalli, il transito di un tram.
(der Lands. 29/1/1925) Viene abolita la censura sulla stampa nella sottoprefettura di Bolzano (in pratica nell'odierno Alto Adige).
(der Lands. 31/1/1925) Negli ultimi tempi si sono aperte a Bolzano varie industrie: pianoforti in Villa, cioccolata a Oltrisarco, colori e vernici a Gries.
(der Lands. 3/2/1925) Al cinema delle "Sale civiche" si proietta un film sull'imperatore Nerone. Fin dalle 14 la sala è esaurita.

Un interno delle Sale Civiche (Bürgersäle).

Il consiglio d'amministrazione dell'ospedale ha deciso l'introduzione di un reparto radiologico. Il primario curerà gratis i pazienti poveri mentre avrà diritto di farsi retribuire da quelli abbienti. Sono a carico del primario i costi dell'energia elettrica. Eventuali aumenti del personale non dovranno incidere sul bilancio dell'ospedale.
(der Lands. 4/2/1925) Si smentisce la notizia relativa all'introduzione della roentgenterapia. Si tratta invece di un macchinario che produce raggi ultravioletti, in attività da due anni nel reparto oculistico.
(der Lands. 5/2/1925) L'on. Ettore Tolomei in un discorso al Senato sulla riforma Gentile dichiara che scopo della politica scolastica in Alto Adige è quello di addivenire all'italianizzazione della popolazione sudtirolese.
E' sempre più insopportabile la circostanza che le strade statali che confluiscono su Bolzano siano ancora in terra battuta. Il traffico automobilistico aumenta, le nuvole di polvere anche. All'epoca la statale del Brennero percorreva Rencio, quella per Trento attraversava Oltrisarco, quella per la Mendola percorreva l'odierna via Mendola e la statale per Merano transitava per l'odierna via Diaz-Vittorio Veneto.
(der Lands. 6/2/1925) Le temperature sono alte, la siccità non dà tregua. Il Talvera è asciutto.
(der Lands. 7/2/1925) L'inverno mite induce alla chiusura del campo di pattinaggio adiacente al museo. In tutto l'inverno si è potuto pattinare solo 40 giorni.
La consulta comunale di Gries si pronuncia all'unanimità contro l'unificazione con il Comune di Bolzano.
"Un'interessante radio-ricezione a Bolzano. Anche a Bolzano è stato possibile ascoltare via radio una conferenza tenuta a Monaco, sul viaggio di uno Zeppelin a New York (…) La qualità della ricezione era eccellente".
Curioso processo in Tribunale a Bolzano. A Brunico un impiegato s'interessava di ipnosi fin dal 1919, ed aveva trovato in un operaio un medium, col quale passava da un esercizio pubblico all'altro dando dimostrazioni. Il medium, tuttavia, avvertendo alla lunga disturbi della sua personalità si era rifiutato di proseguire oltre. Tuttavia il 18 novembre del '24 i due si trovarono casualmente in un esercizio pubblico, nacque tra gli avventori una disputa sull'ipnosi, il medium si lasciò convincere e così fu fatta una nuova dimostrazione. Dopodiché l'ipnotizzatore salutò e se ne andò. Il medium, tuttavia, non si risvegliò, e così dopo un'ora e mezza si dovette richiamare l'ipnotizzatore. Il fatto venne a conoscenza e l'impiegato è stato condannato dal Tribunale a un mese e sei giorni per "sottrazione della libertà personale".
(der Lands. 9/2/1925) "Il problema dell'unificazione tra Gries e Bolzano - La decisione del commissario prefettizio Mossino - Mossino chiede al governo un decreto sull'unificazione".
(der Lands. 10/2/1925) Dilaga la rabbia canina. L'ultimo caso si è verificato a Frangarto.
(der Lands. 18/2/1925) In tutto l'Alto Adige inondazioni, nevicate, tempeste di vento.
(der Lands. 20/2/1925) Il settimanale bolzanino der Volksbote è stato sequestrato per il contenuto di un articolo sulla ricorrenza delle fucilazioni di Andreas Hofer e Peter Mayr. La disposizione è del viceprefetto.
Poco sopra Mezzavia una grossa frana interrompe al traffico la statale della val Sarentina.
Al cinema "Eden" si proietta il film "Il leone di Venezia", di produzione austriaca. "Ventimila soldati assaltano Ragusa, diecimila comparse appaiono nell'arena".
(der Lands. 21/2/1925) L'on Barduzzi assume la direzione del sindacato fascista di Bolzano, dopo dimissioni e polemiche.
Si annuncia per l'8 marzo l'inizio del campionato di calcio altoatesino. Le squadre sono: Rapid, Amateure, Südstern, S.C. Meran, Hansa e Hochpustertal.
(der Lands. 27/2/1925) Si annuncia per il 6 marzo un concerto del Musikverein. In programma Bottesini, Brahms, Liszt. Il complesso sarà diretto da A.Kofler.
Tragedia in un piccolo appartamento di via Kirchebner. Adolfo Rolando, 46 anni, dopo aver ferito gravemente con una revolverata la sua convivente, Maria Lasciarpea (in realtà Lzasciarei), si è ucciso.
(der Lands. 28/2/1925) Si accerta che la dinamica della tragedia di via Kirchebner è diversa. E' stata la donna a sparare al sarto (che si chiama Adolfo Ugatti) prima di rivolgere l'arma contro se stessa. Temeva che il compagno, che aveva aperto il suo laboratorio con un cognome non suo, volesse tornare alla sua famiglia, a Genova. La donna sarà processata nel marzo 1926 ed assolta.
Il commissario prefettizio di Bolzano ordina ai proprietari di case che hanno disattivato l'illuminazione di giroscale, pianerottoli ed altre parti comuni, di ripristinarla.
Al cinema "Eden" si proietta con successo "La muta di Portici".
(der Lands. 2/3/1925) Nella "Cantina municipale" s'è aperta una mostra-assaggio di vini, che durerà due mesi. I vini presenti sono 117.
(der Lands. 3/3/1925) Da Memmingen (Germania) giungono 172 pellegrini diretti a Roma. Si trattengono a Bolzano un giorno.
(der Lands. 4/3/1925) Al cinema "Eden" si proietta il kolossal "I Nibelunghi": "Sigfrido" fino a venerdì, "La vendetta di Crimilde" dal 7 al 13.
Si suicida a Oltrisarco impiccandosi Giuseppe Volcan, originario di Cormons.
(der Lands. 5/3/1925) Volcan, in stato di ebbrezza, aveva aggredito e ferito un casellante perché aveva trovato chiuso un passaggio a livello, e voleva transitare ugualmente con il suo carro. Fermato dai carabinieri e tradotto in guardina, vi si era impiccato appendendosi all'inferriata.
(der Lands. 5/3/1925) Presso due latterie è stato sequestrato un grosso quantitativo di latte, abbondantemente annacquato. Sequestrati anche 2.850 chili di gorgonzola avariato.
Josef Pircher, da Gries, che nel 1923/24 aveva prestato servizio militare all'aeroporto di Ghedi (Brescia) viene convocato dai carabinieri. Con sua sorpresa questi gli consegnano una somma di denaro ed un attestato di benemerenza. Provengono dal Comune di Ghedi, in segno di riconoscenza per il suo impegno nel domare un incendio divampato nel paese.
(der Lands. 6/3/1925) A Gries viene abbattuto un cane rabbioso. Tre persone da lui morse, sono state vaccinate.
(der Lands. 9/3/1925) Signore e signori della buona società bolzanina hanno interpretato a fini benefici la commedia "Dalla parte del sole" di Kadelburg. Sala esaurita, incasso a favore dei neonati bisognosi.
(der Lands. 12/3/1925) Si è svolta l'assemblea generale dei 180 vigili del fuoco volontari di Bolzano, impegnati nell'anno precedente nello spegnimento di sette incendi. Il corpo ha raggiunto i 51 anni di vita.
(der Lands. 14/3/1925) S'annuncia un'assemblea di utenti che intendono protestare contro i rincari dell'energia elettrica. Le tariffe per l'illuminazione sono cresciute del 30%, per scopi industriali del 50%.
L'indomani, domenica 14, incomincia il campionato di calcio. Dato che non vi partecipano U.S.Colombo. A.C. Trento e U.S.Rovereto, subentrano S.C.Meran, S.C.Hansa Meran e F.C.Hochpustertal. In tutto saranno sette squadre, delle quali solo l'Unione Ginnastica Trento sarà trentina.
(der Lands. 16/3/1925) Sono iniziate le recite del complesso operettistico viennese con "La baiadera" di Kalman. Dureranno un mese.
(der Lands. 17/3/1925) All'ufficio imposte vengono trasferiti da Trieste impiegati che conoscono la lingua tedesca.
Dopo che è stata dimostrata l'infondatezza delle accuse che gli sono state mosse (malversazione) il cav. Radina viene reintegrato quale responsabile del locale sindacato fascista.
Viene sequestrato latte annacquato proveniente da Settequerce.
Fino al 23 marzo la compagnia di operette viennesi darà 14 spettacoli. Nei giorni precedenti il giornale aveva invitato a collaborare all'ospitalità delle cinquanta persone che la costituiscono.
(der Lands. 18/3/1925) Il prezzo del "pane popolare" cala a Lire 2,25 al chilo.
Il giornale dà notizie quasi quotidianamente degli interventi della polizia urbana. I più sono a carico di ciclisti che: pedalano sui marciapiedi, non espongono il bollo di circolazione, procedono al buio a faro spento.
Alla Camera il ministro alla pubblica istruzione dichiara che in Italia l'insegnamento viene impartito in una sola lingua: l'italiano.
In Tribunale a Bolzano compare Johann von Wiesler, che il 4 aprile '24 nel corso di un comizio fascista a Prato aveva accusato il candidato del Deutsches Verband von Sternbach, poi eletto, di essersi arricchito durante la guerra, quando era commissario civile ad Udine, occupata dalle truppe austro-ungariche. Il Wiesler si difende affermando di avere appreso le accuse dai giornali Il Piccolo Posto e Il Brennero. Il barone von Sternbach produce invece documenti dai quali risulta la riconoscenza della città, per il suo impegno disinteressato. Il von Wiesler, non riuscendo a dimostrare la fondatezza delle sue accuse (aveva dato al barone del "ladro") dovrà ritirarle pubblicamente a mezzo stampa ed accollarsi le spese del giudizio.
(der Lands. 21/3/1925) Il giornale, insieme ad altri quotidiani altoatesini, riporta la dichiarazione di von Wiesler che scagiona il barone von Sternbach.

Il casello del dazio a ponte Talvera, sarà smontato e trasferito a Rencio.

(der Lands. 23/3/1925) Nuovi disagi al dazio di ponte Talvera. Anche oggi le operazioni sono state lente, i contadini e il bestiame diretti al mercato hanno finito con l'intasare la strada, al punto che neanche il tram è riuscito a passare.
(der Lands. 24/3/1925) L'avv. Somma lascerà prossimamente l'incarico di segretario del Comune di Bolzano. S'era industriato di apprendere la lingua tedesca e gli ordinamenti austriaci. Lascerà un buon ricordo.
Un'inserzione pubblicitaria annuncia incontri di lotta nelle "Sale civiche" per il giorno 28. S'affronteranno lottatori di Polonia, Jugoslavia, Cecoslovacchia, Austria ed il meranese Nino Equatore (pseudonimo di Hans Platter).
Sono in vendita fiammiferi di pessima qualità.
(der Lands. 28/3/1925) Tre ore di interruzione nell'erogazione di energia elettrica. La colpa va attribuita ad un topo campagnolo che ha danneggiato la linea a Terlano.
Una aspirante suicida viene salvata in prossimità di ponte Loreto.
(der Lands. 1/4/1925) Muore a Gries la cittadina più anziana: ha 97 anni.
(der Lands. 4/4/1925) Il passo di Costalunga è nuovamente percorribile dopo la chiusura invernale. Vi ha provveduto il gestore del "Grand Hotel Carezza".
(der Lands. 7/4/1925) Si conclude a Bolzano dopo vari giorni il torneo internazionale di lotta, frequentato da un folto pubblico (in precedenza il torneo era stato disputato a Merano e il giornale aveva criticato la presenza tra il pubblico di donne). Il primo premio di 3.000 lire è stato assegnato ex aequo a Gebauer (Austria), Kopp (Jugoslavia) e Fristensky (Cecoslovacchia).
(der Lands. 8/4/1925) A Merano incontro tra scacchisti di Merano e Bolzano: è il sesto incontro in tre anni. Vincono i meranesi per 26½ a 16½. Il prossimo incontro a Bolzano.
(Brenn. 9/4/1925) Calcio. Una selezione viennese di non-professionisti batte una selezione altoatesina col punteggio di 7 a 0. "Il campo era gremito qualche minuto prima dell'incontro da un pubblico elegante, tra cui spiccavano le toilettes delle Sportwomans (sic)".
(der Lands. 11/4/1925) Il commissario prefettizio di Bolzano diffida i commercianti, e in particolare i verdurai, dall'aumentare i prezzi che recentemente sono cresciuti esageratamente, e senza ragione. Si minaccia l'introduzione del calmiere.
Mercato a Bolzano. C'è anche una tombola: chi estrae i nomi di Napoli e Genova vince uno specchio o un orologio. Folla. Tra la gente anche un finanziere curioso, che chiede gli si facciano vedere i bigliettini - da estrarre - con i nomi delle due città. Non ci sono. Pietro Girardi, l'organizzatore della tombola, viene condannato per truffa a un mese ed al pagamento di 1.200 lire.
(der Lands. 17/4/1925) Rapinato il messo comunale di Gries, il 29enne Rudolf Eccli. Verso le 21 percorreva un sentiero di campagna avendo con sé 3.000 lire, frutto di incassi, quando è stato aggredito da due sconosciuti, picchiato, legato e derubato.
(der Lands. 18/4/1925) La rapina era simulata. Rudolf Eccli e suo fratello Angelo vengono arrestati.
(der Lands. 20/4/1925) Ad Auna di Sotto una sconosciuta affida ad una donna un bimbo di pochi mesi, affermando che - se non l'accettava - l'avrebbe gettato in un dirupo. La donna naturalmente prende in braccio il piccolo, e la sconosciuta si allontana non lasciando traccia di sé.
(der Lands. 22/4/1925) Nel quotidiano resoconto sull'attività repressiva della polizia urbana, vi appaiono anche casi di uomini che orinano per la strada.
(der Lands. 23/4/1925) Continuano le proiezione di kolossal. Nelle "Sale civiche" si proietta "La regina di Saba", in sei tempi, due ore di proiezione, accompagnamento con un'orchestrina. Il film è costato 2 milioni di dollari, pari a 50 milioni di lire.
(der Lands. 25/4/1925) Il 3 maggio la società ciclistica di Gries festeggia i suoi 25 anni con una gara Gries-Merano-Gries.
La società musicale (Musikverein), che ha 70 anni, rivolge un appello alla cittadinanza. E' in difficoltà economiche, si chiedono nuove adesioni. La società dispone di un'orchestra e mantiene un istituto musicale.
(P.P. 25/4/1925) "Il signor Roberto Lux in via Museo (seguono i nomi di altri negozianti) nonostante tutti gli avvertimenti non hanno creduto di ottemperare al decreto che prescrive l'obbligatorietà delle insegne scritte in doppia lingua e sono stati tratti in contravvenzione e denunciati all'autorità". Roberto Lux era un'eminente personalità sportiva; fu campione italiano di decathlon.
(der Lands. 30/4/1925) I vescovi delle tre Venezie, tra cui quello di Trento Celestino Endrici, diffondono una circolare con la quale stigmatizzano le "indecenze della moda". Tra l'altro si dispone che non si debbano somministrare i sacramenti a donne che si presentino in chiesa con la braccia quasi del tutto nude, con le spalle o il petto "quasi del tutto scoperti". E' auspicabile che queste donne non appaiano neanche in chiesa.
(der Lands. 1/5/1925) Un viennese giunge a Gries per un periodo di cure. Dopo una settimana, non avendo sue notizie, i familiari gli mandano un telegramma di sollecitazione. Ottengono questa risposta telegrafica: "Padre morto, segue lettera". Lutto, condoglianze, necrologi, un figlio parte per Gries ed appura che il padre è in ottima salute. Il telegramma partito dall'Italia avrebbe dovuto suonare: "Padre in buona salute, segue lettera". All'ufficio postale di Gries accadono cose impensabili.

Il palazzo delle Poste di Bolzano prima della sopraelevazione.

Due contadini vengono denunciati: il laboratorio di Trento ha accertato che il latte che conferivano era annacquato del 50 per cento.
(der Lands. 4/5/1925) Una famigliola cinese fa buoni affari vendendo di casa in casa fiori di carta. La loro attività viene però fermata, perché la vendita ambulante di domenica non è consentita. Per farsi da loro capire, s'è dovuto parlare in russo.
(der Lands. 5/5/1925) Il viceprefetto di Bolzano dispone la chiusura per otto giorni della libreria "Tyrolia" di Bolzano, per mancata osservazione delle norme relative al bilinguismo (si vendevano tra l'altro cartoline illustrate scritte unicamente in tedesco).
Il pane popolare, grazie al calo del prezzo del grano, viene ora venduto al prezzo ribassate di lire 2 al chilogrammo (prima 2,25).
Un proprietario di casa è stato denunciato per essersi rifiutato di illuminare il giroscale.
A segretario comunale di Bolzano viene designato Pietro Gorini, proveniente da Lugo.
Dà concerto al teatro comunale il club mandolinistico Armonia di Trento. Gli esecutori sono 40. Dall'indomani torna in scena "Scampolo", di Niccodemi, in lingua tedesca.
(der Lands. 6/5 /1925) Risultati del censimento nazionale 1/12/1921. In dieci anni, dal 1911 al 1921 la popolazione del distretto di Bolzano è aumentata del 4,4%, da 98.096 persone a 102.248. In tutta la provincia di Trento, della quale fa parte l'Alto Adige, gli abitanti sono aumentati dello 0,9%, da 641.897 a 647.703. Nel circondario di Bolzano i tedescofoni sono risultati essere 70.694, gli italiani e ladini insieme 22.030.
(der Lands. 7/5/25) Tre proprietari di polli vengono denunciati per disturbo, dato che i loro galli la mattina cantando recano fastidio ai vicini.
(der Lands. 8/5/1925) "Romanticismo pastorale e banditesco in Sardegna". E' il tema di una conferenza affidata ad uno studioso viennese che ha soggiornato nell'interno "quasi sconosciuto" della Sardegna.
(der Lands. 9/5/1925) Nuovo commissario prefettizio di Bolzano, al posto del dott. Mossino, è il dott. Antonio De Stefanini, già membro della giunta provinciale.
In via Vittorio Emanuele III (oggi viale Stazione) vengono posizionati cestini per i rifiuti. "I passanti vi debbono gettare bucce di arancia, torsoli di mele, cartacce ed altro, per non insozzare l'aspetto della strada".
La gente butta di tutto nelle rogge che attraversano la città, e così queste spesso s'intasano e straripano.
(der Lands. 11/5/1925) Vengono proibite le annunciate rappresentazioni di un complesso teatrale viennese. Il provvedimento è una rappresaglia contro l'azione della Lega Andreas Hofer, la quale ha fatto sapere di avere ottenuto che nel Tirolo non sarà concesso di esibirsi a nessun artista italiano, e che auspica il boicottaggio degli artisti italiani in tutta la Germania.
(der Lands. 13/5/1925) Il vagabondo Franz Zöggeler, di 61 anni, annega in una roggia di Gries.
(der Lands. 16/5/1925) Il 43enne Lukas Kofler, domestico in una abitazione di via Cassa di Risparmio, muore per una fuga di gas nella cucina in cui dormiva.
(P.P. 16/5/1925) "Per la fine dell'anno Bolzano avrà dunque il suo campo di aviazione in piena efficienza. L'Hangar che vi è ora sarà sostituito da un altro moderno e ricco di mezzi e comodità. Esso sorgerà un cento metri più in qua dell'attuale e sarà probabilmente costruito tutto in ferro. Alle due casermette che già vi sono, ne sarà aggiunta un'altra, II campo verrà esteso di ben altri centocinquanta metri e sarà sede, per i primi tempi, di mezza squadriglia e in appresso di una squadriglia intera. Una squadriglia è formata di dodici apparecchi. I primi due sono già giunti mercoledì mattina, pilotati da due sottuf-ficiali: sono due Biplano biposti Ansaldo di una velocità media di 160 km. all'ora e di un'efficienza di volo di circa tre ore e venti minuti. In questi giorni giungeranno gli altri apparecchi. Oltre che campo d'aviazione prettamente militare, quello di Bolzano diverrà con l'andare degli anni, un aeroporto civile internazionale. Quando, a quel che sembra dallo sviluppo che l'aeronautica va acquistando, fra breve volger di tempo, i treni alati faranno concorrenza alle Ferrovie dello Stato, sarà qui che occorrerà venire per acquistare i biglietti (di andata e ritorno) e porsi in viaggio. Chissà che ressa di gente agli sportelli di vendita. E non solo a Bolzano, ma molto probabilmente anche a Merano, Bressanone, Vipiteno. L'Alto Adige vuoi divenire sempre più importante nella vita nazionale italiana. Excelsior, excelsior; sempre più in alto, o Alto Adige."
(der Lands. 29/5/1925) Il giornale riassume i programmi radiofonici delle stazioni di Roma, Berlino, Francoforte, Königsberg, Lipsia, Monaco di Baviera e Norimberga. Gli orari completi figurano nel programma settimanale in vendita presso la libreria "Tyrolia".
In Corte d'Assise appare Johann Vintschger, operaio, accusato d'aver ucciso il primo maggio '24 nella propria casa di Bolzano sua moglie Barbara, 42enne. Erano sposati da tre anni, la donna era dedita all'alcool. Il marito, notoriamente violento, è stato però assolto.
(der Lands 23/5/1925) Riaprono i "Gugler", la piscina pubblica di Bolzano che si trovava lungo il Talvera, sul lato destro, all'inizio di via San Quirino.

Un tuffo ai "bagni Gugler".

A trent'anni viene condannato il 26enne Adolfo Giacomuzzi, che il 26 aprile '24 aveva ucciso a scopo di rapina nei pressi di Vipiteno Josef Göller.
(der Lands. 26/5/1925) Corte d'Assise. Una serva partorisce nel recinto dei maiali e vi lascia il neonato prematuro, che viene poi divorato dagli animali. Suo cognato ne rinviene i resti nel truogolo, e li seppellisce. La cosa viene risaputa e la donna viene imputata di infanticidio, ma poi assolta: il piccolo sarebbe nato morto.
(der Lands. 28/5/1925) Un truffatore, il 21enne Giuseppe Pedrini, viene riconosciuto alla stazione ferroviaria e inseguito dalla guardia Erasmo Borghesi fino in piazza Walther, nonostante il Pedrini gli abbia sparato contro tre colpi di rivoltella senza colpirlo. In piazza il fuggitivo viene circondato da tre soldati e un'altra guardia, tenta di sparare ancora ma l'arma gli si inceppa, e così viene arrestato.
(der Lands. 29/5/1925) Alla trattoria "Klaus" del Colle alcuni operai bevono e giocano alla morra. Nasce una disputa che si conclude con alcune coltellate, inferte dal 51enne Massimiliano Degasperi al 25enne Emilio Zavattaro. In Corte d'Assise viene condannato per omicidio preterintenzionale a 5 anni e 10 mesi.
(der Lands. 30/5/1925) Si ritira a Bolzano il divieto viceprefettizio di andare in scena con testi teatrali tedeschi al Teatro civico. La motivazione originaria accennava a "pubblica sicurezza, onde evitare dimostrazioni". In realtà - come scritto in precedenza - si trattava di una ritorsione per iniziative antitaliane oltre Brennero. Tuttavia la compagnia nel frattempo se n'è andata: la stagione della compagnia teatrale viennese salta. Se ne riparlerà eventualmente in autunno.
Si annuncia un incontro amichevole di calcio tra il Rapid e lo S.C.Kapfenberg, campione di Stiria. L'incontro si svolgerà "sull'ideale campo sportivo di Bolzano (terrore di tutti calciatori)".
(der Lands. 8/6/1925) Si festeggiano i 25 anni di regno di Vittorio Emanuele III. Festa anche per le scolaresche, a teatro, poi celebrazione in una piazza Walther imbandierata, illuminata, e rallegrata dalla banda cittadina. Sfilata in piazza delle truppe e di una rappresentanza della milizia fascista (80 uomini).
Nelle abitazioni ai piani superiori delle case non arriva acqua. Per fornirsene bisogna scendere in strada e attingere alle fontane pubbliche. E' una conseguenza della siccità.
Un gruppo di fascisti abbatte un tabellone con indicazioni stradali non bilingui presso il ristorante-albergo del lago di Monticalo. Indignazione tra i presenti. Si viene alle mani, ma ai carabinieri riesce di separare i contendenti. La cosa ha un seguito alla stazione di Bolzano, quando fascisti e loro avversari rientrano col treno Caldaro-Bolzano.
Per aver data questa notizia in maniera "tendenziosa, atta a turbare l'ordine pubblico", il giornale viene sequestrato. Raggiunge tuttavia gli abbonati.
(der Lands. 10/6/1925) La Questura emette sull'episodio un comunicato. Si trattava di due tabelloni che, in contrasto con le norme vigenti, non erano bilingui. I fascisti si presero allora l'iniziativa di abbatterli, destando l'indignazione di un centinaio di persone, in prevalenza tedeschi. Ne nacque un parapiglia che fu sedato dai carabinieri. Il fascista Federico Carlin ha riportato lesioni guaribili in trenta giorni. La milizia ha fermato alla stazione di Bolzano tale Otto Sepp, uno dei protagonisti del tumulto. Altri sono stati identificati e saranno rinviati a giudizio.
(der Lands. 12/6/1925) Vengono sciolti i corpi dei vigili del fuoco volontari: passeranno alle dipendenze delle amministrazioni comunali.
(der Lands. 13/6/1925) Il prefetto di Trento dispone la chiusura del ristorante-albergo di Monticolo per aver esposto le insegne nella sola lingua tedesca.
(der Lands. 17/6/1925) Caldo, siccità, c'è poca acqua, bisogna risparmiarla. E dalle strade non irrorate si alzano nuvole di polvere.
(der Lands. 20/6/1925) Il 28 s'inaugura la prima autostrada italiana, un tratto della Milano-Bergamo. "A Bolzano s'incontrano vie di comunicazione importanti, che provengono dai quattro punti cardinali. Bolzano è un importante nodo di traffico, come nessun altro in Alto Adige (Etschland). Che regalo sarebbe un'autostrada che togliesse il traffico di passaggio dalle strade urbane".
(der Lands. 22/6/1925) A Bolzano è stato installato un nuovo impianto telegrafico, che opera sulla linea Bolzano-Milano. Si possono spedire mille telegrammi al giorno.
La regina Sofia di Grecia, con la figlia Caterina, soggiorna alla Mendola.
(der Lands. 23/6/1925) Furto nella fabbrica di cioccolata dei fratelli Walde, ad Oltrisarco.
Il 21 un gruppo di fascisti è stato fatto segno a colpi di pistola esplosi da ignoti tra Oltrisarco e San Giacomo. Nessun ferito.
(der Lands. 27/6/1925) Si ricorda che dal primo luglio possono essere vendute e impostate unicamente cartoline illustrate con didascalie in italiano.
Per le ore 16 è attesa a Bolzano una carovana di 300 persone che in auto effettuano il giro delle Dolomiti. L'iniziativa, del TCI, sarà tuttavia rinviata.
(der Lands. 6/7/1925) Turismo. In luglio gli arrivi a Bolzano sono saliti da 6.502 (1924) a 10.115; i pernottamenti da 8.326 (1924) a 14.723. Gli italiani sono al primo posto, seguiti dai germanici.
Le scuole si sono chiuse il giorno 4. Si approssimano gli esami di maturità
(der Lands. 7/7/1924) La polizia eleva contravvenzione a un commerciante che vende farina a 4 lire il chilo (massimo consentito: 3,20) e a una fruttivendola che vende pesche a otto lire (anziché sei).
(der Lands. 8/7/1925) A Verona ad un convegno ferroviario si auspica l'elettrificazione della linea del Brennero.
(der Lands. 9/7/1925) Un motociclista bolzanino, Lothar Christanell, muore sotto le ruote di un autocarro sulla statale del Brennero, verso Ponte Isarco. Vi è scivolato nel sorpassare il mezzo, complici le condizioni della strada, in terra battuta, sulla quale era piovuto.
(der Lands. 10/7/1925) Approda in Tribunale una curiosa vicenda, che si articola tra un omicidio e episodi di estorsione. L'8 marzo del '22 Sebastian Kammerer, da Lana, era stato condannato a tre anni per omicidio, avendo ucciso con un forcone il suo datore di lavoro, l'agricoltore Bartelmä Mair. In carcere a Parma il Kammerer aveva confidato al suo compagno di cella, il pluripregiudicato altoatesino Josef Prünster, di non averlo ucciso preterintenzionalmente durante una lite, ma che si trattava di un omicidio commissionatogli dalla futura vedova, d'intesa con il suo amante Mathias Garber. Il compenso era di 50.000 lire. Scarcerato, il Prünster si recò dal Garber che nel frattempo aveva sposato la vedova, e ricattò la coppia chiedendole 6.000 lire, per potersene emigrare in America: ottenne la cifra, e partì. Il Prünster tuttavia aveva a Merano una donna, Katharina Durnwalder, alla quale in precedenza aveva confidato la cosa. Costei, rimasta sola, s'accompagnò a tale Alois Stark: i due divisarono allora di ricattare a loro volta i Garber. Lo fecero tramite un avvocato in difficoltà, Hubert von Zallinger, che scrisse alla coppia omicida intimando di pagare la somma di 10.000 lire, da versare a rate a lui, nel suo ufficio. I due Garber iniziarono nuovamente a pagare; tuttavia l'avvocato tratteneva per sé la gran parte delle somme. Intanto però la Durnwalder aveva raccontato a sua volta la vicenda ad un'amica che non seppe mantenere ugualmente il segreto: la cosa si seppe, i carabinieri intervennero, si finì col discuterne in Tribunale. Risultato: Katherina Durenwalder viene condannata a un anno e 8 mesi, Alois Stark a 2 anni e tre mesi, l'avvocato von Zallinger a 10 mesi. I coniugi Garber saranno processati nel marzo 1926 e condannati ciascuno a 30 anni di carcere.
(der Lands. 15/7/1925) Al cinema "Eden" si proietta "La rosa di Broadway", con la danzatrice Mae Murray nei suoi balli esotici. "La sala è perfettamente ventilata".
(P.P. 20/7/1925) La Emilio Colombo organizza una nuova edizione della corsa podistica Bolzano-Gries-Bolzano. "Parteciparono ben 24 concorrenti". Vittoria di Enrico Dallamaria in 13'18"
(der Lands. 22/7/1925) Si rubano i bolli di circolazione delle biciclette (anno 1925). I derubati rischiano oltre al rinnovato pagamento del bollo (lire 10) anche una multa di 20 lire.
Fino a pochi anni fa ad Oltrisarco lungo la statale del Brennero (oggi via Claudia Augusta) si vedevano solo poche case. Oggi - scrive il giornale - sta crescendo un caos di edifici, senza che vi sia un piano edilizio .
(der Lands. 24/7/1925) "Stamane le onde dell'Isarco erano di color caffè, segno evidente che su, lungo la val d'Isarco, deve esserci stato maltempo".
Un'inserzione annuncia che per disposizione dell'autorità la casa editrice "Tyrolia" cambia la propria denominazione in "Vogelweider". Si applica insomma il divieto relativo al divieto di un toponimo sgradito.
(der Lands 27/7/1925) Viene recuperata dalle acque dell'Isarco, a sud della città, una salma che era stata vista galleggiare attraverso Bolzano. E' quella di un bottaio della fabbrica di birra di Prato Isarco.
(der Lands. 28/7/1925) Il giornale sottolinea che in una sola mattinata si sono rubate ben due biciclette.
(der Lands. 31/7/1925) Il commissario prefettizio di Bolzano abolisce i prezzi massimi della frutta e della verdura.
(der Lands. 3/8/1925) Alla stazione di Bolzano una turista germanica proveniente da Merano finisce sotto le ruote di un treno e muore. La donna era stata spinta dalla folla che si accalcava per trovare posto su un vagone diretto in Germania.
(der Lands. 4/8/1925) Al campo d'aviazione di Bolzano si svolge l'addestramento al volo di un gruppo di reclute. Un Caproni in fase d'atterraggio si rovescia. Leggermente feriti i due avieri.

Al campo d’aviazione di Bolzano.

(der Lands. 5/8/1925) Il turismo è sempre più vivace e batte ogni record. Nello scorso luglio a Bolzano si sono avuti 17.173 ospiti che si sono trattenuti 21.602 notti. I più numerosi sono stati tedeschi, seguiti dagli italiani.
(der Lands. 11/8/1925) Il prezzo massimo del "pane popolare" a Bolzano viene fissato in lire 2,20. E' fatto obbligo ai panettieri di procurarsi questo tipo di pane in quantità sufficiente.
(der Lands. 12/8/1925) Per l'anno prossimo la piscina pubblica "Gugler" costruirà una nuova sezione, riservata alle donne, visto che alla piscina non sono ammessi contemporaneamente uomini e donne. Con la nuova piscina (metri 28x12) si eviteranno i turni.
Viene sorpreso un uomo che in via Goethe vende clandestinamente carne di cane.
(der Lands. 14/8/1925) Le massime autorità di Bolzano accolgono festosamente al palazzo mercantile una commissione commerciale argentina. Segue pranzo al "Bristol".
(der Lands. 17/8/1925) Si annuncia a Bolzano il maxi-circo Gleich: quattro pennoni, tre piste, 600 animali (elefanti, ippopotami, orsi bruni e polari, zebre, leopardi, cammelli, leoni ecc. e 200 cavalli di tutte le razze).
(der Lands. 21/8/1925) Agli esami di maturità classica si sono presentati a Bolzano 14 candidati. Tre sono stati promossi, dieci dovranno riparare, uno è stato bocciato. Alcune domande: Storia: le cause della guerra mondiale, la storia del casato dei Borgia; Storia dell'arte: la scultura romanica, Piero della Francesca, l'influenza dei Tiepolo sui pittori altoatesini; Biologia: lo sviluppo dell'uovo dal suo formarsi alla fecondazione.
Un aereo militare decollato dal campo di San Giacomo è costretto ad un atterraggio di fortuna ad Ora. Danni al velivolo, illesi i due militari.
(der Lands. 24/8/1925) Una bimba di un anno e mezzo, Kathi, figlia del proprietario del maso Hörwarter a San Quirino, cade e finisce con la testa sotto una ruota del carro di letame che il padre sta conducendo, morendo. Il padre, ignaro, continua il suo lavoro.
Uno dei comportamenti illeciti più frequenti è quello di gettare acqua sporca dalle finestre. Evidentemente non tutte le abitazioni sono dotate di scarichi. La quotidiana rassegna delle contravvenzioni elevate dalla polizia urbana descrive oggi un caso del genere: l'acqua sporca è stata rovesciata su passanti.
(der Lands. 25/8/1925) Il Comune di Bolzano eroga 2.500 lire per lavori di miglioria a quella "indegna cosa che pomposamente viene definita campo sportivo", nel greto del Talvera. Un comitato fa appello ad enti e cittadini perché collaborino a loro volta con contributi.
Continuano i tutto esaurito al circo Gleich, Una signora bolzanina si è prestata ad entrare nella gabbia dei leoni ed a bervi con il domatore un bicchiere di vino.
(der Lands. 26/8/1925) Il ministro per i lavori pubblici fa presente che non è consentito ai ciclisti l'uso al posto dei freni di "scarpe di ferro".
Il treno Bolzano-Merano deraglia in prossimità della stazione "Castelfirmiano". Locomotiva e tre vagoni restano comunque sulla massicciata. Nessun ferito.
(der. Lands. 29/8/1925) La polizia annonaria sequestra e distrugge 3200 uova, ormai passate, presso una pasticceria.
(der Lands. 31/8/1925) Il primo settembre inizia la stagione turistica a Gries. Tra l'altro, concerti quotidiani nel parco dalle 16 alle 18.
(der Lands. 2/9/1925) Due innamorati si suicidano facendosi travolgere dal treno a Laives. Sono Rosa Eheim ed Enrico Rizzoli. All'origine, dissapori in famiglia.
Provvedimenti di polizia: "Un commerciante che vendeva oggetti alcuni dei quali recavano il nome proibito della nostra terra (Tirolo, ndr) è stato denunciato".
(der Lands. 4/9/1925) La banda civica era stata invitata dal commissario prefettizio a tenere un concerto, aprendolo con la marcia reale, per il 18 agosto, genetliaco del Re. La banda si è però detta indisponibile stanti le numerose assenze dei suoi componenti, compresi tutti i solisti, per motivi di lavoro, proponendo invece la data del 14 agosto, sempre con marcia reale. Il commissario ha insistito per la data del 18, ed allora si è dichiarata disponibile la banda di Oltrisarco. Tuttavia il Comune non allestisce il podio e così il concerto salta. In un suo scritto al giornale la banda civica rigetta l'accusa di "reiterato ostruzionismo".
(der Lands. 10/9/1925) Il turismo a Bolzano cresce prepotentemente. Nel luglio i turisti sono stati 26.320, più del doppio che nel luglio '24 (12.970).
(der Lands. 14/9/1925) Si svolge una breve stagione operistica "italiana". In scena per più giorni la "Wally" di Catalani e la "Manon" di Puccini.
Una donna, Emma Cancheri di 47 anni, precipita (perché?) in strada dal mezzanino di casa, a San Quirino, e muore.
Eclatante risultato calcistico a Merano. Lo S.C.Merano batte Amateure di Bolzano 7-1. Tre reti meranesi sono state segnate dal berlinese Richter.
Quarto giro podistico di Bolzano, organizzato dalla Emilio Colombo. Il giornale non precisa il vincitore, ma riporta che il migliore altoatesino è stato Enrico Dallamaria (5°), Enrico Vitale sesto, suo fratello Luigi ottavo.
(der Lands. 15/9/1925) Si scopre l'arcano sul giro podistico di Bolzano: è stato vinto da Alfredo Furia, da Padova, Aviazione militare. 45 i classificati.
Nuovo deragliamento del treno Bolzano-Merano alla fermata di Castelfirmiano Si rovescia la locomotiva, danni al primo vagone passeggeri, restano sui binari gli altri due. Sarebbe ceduta la massicciata.
(der Lands. 17/9/1925) Tra le contravvenzioni elevate dalla polizia urbana, anche quelle a ciclisti che circolavano senza campanello.
(der Lands. 19/9/1925) Nel foyer del teatro comunale espone il pittore toscano Ulderico Giovacchini.

Ulderico Giovacchini, toscano d’ispirazione macchiaiola.

(der Lands. 21/9/1925) Mortale incidente lungo la tramvia Bolzano-Vurza. Era ormai buio, il panettiere 31enne Iginio Salvan di Bronzolo procedeva con la sua carrozzella a due ruote trainata da un cavallo, ma non dotata di luci di posizione, lungo i binari della tranvia quando questa è stata investita da un tram, il cui conduttore nel buio non l'aveva scorta.
(der Lands. 22/9/1925) La prefettura ribadisce - viste le numerose trasgressioni - che sulle strade i veicoli debbano tenere la destra, che si sorpassa a sinistra, che è fatto divieto di far pascolare il bestiame lungo le strade, che il bestiame in transito deve lasciare mezza sede stradale libera, che deve essere controllato da sufficiente personale, che al buio i veicoli debbono essere sufficientemente illuminati. Ai conducenti di carri è fatto divieto di assopirsi.
In via Castelfirmiano (allora statale della Mendola) un carico di fieno s'è rivelato talmente ingombrante da occupare tutta la strada. Un passante è stato travolto. E' opportuno che tali carichi siano preceduti da qualcuno che ne segnali l'arrivo.
(der Lands. 23/9/1925) Calcio amichevole. Il F.C. Brescia batte una selezione bolzanina per 6 a 1, e l'Hansa di Merano per 9-0.
(der Lands. 29/9/1925) "Il campo Talvera, ripristinato da gente che non è del mestiere, è diventato peggiore e più pericoloso di prima. Il campo attualmente è praticabile come campo erboso, assomiglia invece ad un tratturo abbandonato. E' stato sparso su tutta la sua superficie, sulla base preesistente, uno strato di terra alto alcuni centimetri, e così ad ogni passaggio in corsa si levano nuvole di polvere che tolgono alla vista per minuti palla e giocatori. Un gioco su questo campo è un attentato alla salute della nostra gioventù e dev'essere senz'altro proibito dalle autorità sanitarie".
(der Lands. 2/10/1925) Si torna a scrivere delle fastidiose nuvole di polvere che si levano dalle strade della città, non lastricate, al passaggio di veicoli a motore e del tram. Anche il ponte Talvera andrebbe almeno innaffiato.
Domenica si è giocato sul campo sportivo riattato. Si è migliorato il fondo allontanandone gran parte delle pietre, lo si è allargato e allungato consentendo così un miglior gioco. Ora il campo appare quantomeno meno pericoloso.
(der Lands. 3/10/1925) Si annuncia al Teatro comunale dal 15 ottobre al 15 novembre una stagione teatrale di un complesso viennese. Si avranno recite quotidiane.
(der Lands. 5/10/1925) Calcio. Il Salisburgo, ospite di Bolzano, batte il Rapid 6 a 3.
(der Lands. 7/19/1925) Il 49enne Ernst Arhart s'impicca nella sua abitazione in via Francescani.
(der Lands. 8/10/1925) Manca il latte a Bolzano. I produttori ne conferiscono meno, perché il calmiere impone prezzi non redditizi.
(der Lands. 10/10/1925) Si decide che l'italiano sia l'unica lingua ammessa nei procedimenti giudiziari.
(der Lands. 15/10/1925) Vengono multati tre proprietari di carri sprovvisti della prescritta targa. Si tratta di una targa metallica sulla quale debbono essere riportati: nome e cognome del proprietario (o della ditta) e il Comune di residenza, peso del carro e sua portata massima. Ne sono esenti solo i carretti a mano e carri agricoli impiegati nella tratta tra i campi e la casa d'abitazione.
(der Lands. 20/10/1925) Il viceprefetto di Bolzano scrive al giornale facendo presente che in materia di toponomastica debbono essere usati esclusivamente nomi italiani.
Incontro di calcio Amateure-S.C.Vicenza, 1 a 1. In ottemperanza alle recenti disposizioni il giornale non scrive più "Amateure-Bozen", ma "Amateure-Bolzano".
(P.P. 21/10/1925) Il giornale, italiano, viene sequestrato per non aver ottemperato alle disposizioni sull'uso dei toponimi solo in italiano.
(der Lands. 22/10/1925) Cessa le pubblicazioni dopo 33 anni il giornale Bozner Nachrichten (vedi giorno 29/10).
(Brenn. 24/10/1925) Cessa lo sciopero dei sarti gestito con successo dal rag. Umech, segretario dei sindacati fascisti.
(der Lands. 26/10/1925) Il giornale dedica due pagine al dizionario dei toponimi altoatesini, perché i suoi lettori siano edotti circa le nuove denominazioni (italiane) delle varie località.
(P.P. 26/10/1925) Dopo i precedenti severi provvedimenti, anche il Piccolo Posto si attiene alle disposizioni sulla toponomastica. Pertanto le notizie redatto in tedesco che vi appaiono (ricordiamo che il giornale è bilingue) riportano unicamente nomi italiani. Si giunge all'assurdo quando il titolo: "Costituzione dei vigili del fuoco" viene tradotto "Gründung der Pompieri" (anziché "Feuerwehr").
(Brenn. 27/10/1925) "La Direzione Generale delle Ferrovie ha stanziato 70 milioni per l'elettrificazione della Ferrovia del Brennero fino a Bolzano".
(Volks. 29/10/1925) Il Landsmann con la rimozione per intervento delle autorità del direttore responsabile (da 25 anni) Fuchsbrugger ha cessato le pubblicazioni.

Il giornalista Peter Fuchsbrugger.

Fuchsbrugger è stato anche condannato a conclusione di un processo a mezzo stampa. Il 10 gennaio il Landsmann aveva pubblicato una notizia secondo la quale a Cortaccia la Dante Alighieri aveva distribuito nelle scuole libri in italiano, alcuni dei quali riproducevano immagini immorali. A conclusione di una lunga querelle tra il Landsmann e la Dante Alighieri, il Tribunale aveva condannato Fuchsbrugger ad una pena detentiva.
Le Bozner Nachrichten sono state sequestrate il giorno 20 per essere ricorse a toponimi tedeschi, ed il 21 hanno cessato a loro volta le pubblicazioni.
(Brenn. 30/10/1925) "Il signor Fuchsbrugger, redattore responsabile di "Der Landsmann" è stato esonerato dall'Autorità dalla sua presenza di "testa di legno" ch'egli ricopriva al posto ed in nome di mons. Gamper, prete politicante, vero direttore del giornale in parola (…) Il provvedimento procura a "Der Landsmann" alcuni giorni di riposo forzato e di tranquillità alla cittadinanza e noi, con permesso di tutti, staremo meglio (…)".
(P.P. 11/11/1925) Si sparge a Bolzano la voce di un progetto di attentato a Mussolini. Apprensione e mobilitazione della milizia. "Oltre tremila persone" sfilano per la città per festeggiare lo scampato pericolo, precedute e seguite dea "due centurie della MVSN". Si tratta della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale.
(P.P. 18/11/1925) Si annuncia uno spettacolo di musica lirica il cui ricavato andrà alla banda fascista dei ferrovieri ed alla fanfara fascista di Nova Levante.
(Volks. 19/11/1925) Il segretario della Volkspartei Michael Malfertheiner ed il figlio Friedrich vengono arrestati. Durante una perquisizione nella loro abitazione: sono stati trovati alcuni residuati bellici disattivati che servivano come fermacarte, un vaso di fiori ecc. Inoltre anche pallottole per pistola dimenticati in casa loro da un precedente inquilino.
(P.P. 25/11/1925) Anche a Bolzano si raccoglie denaro (si sono chieste 25 lire per cittadino) per collaborare alla raccolta di un milione di dollari, da restituire agli USA, nostri creditori. Il Piccolo Posto collabora alla raccolta e pubblica i nomi degli offerenti.
(Volks. 26/11/1925) I due Malfertheiner vengono scarcerati.
In previsione della prossima unificazione dei Comuni di Bolzano e Gries, il giornale fa alcuni calcoli. Nel 1880 gli abitanti di Bolzano erano 10.460, nel 1900 erano 18.175, nel 1914 infine 25.000. Nel Comune di Gries gli abitanti nel 1.880 erano 2.795, nel 1900 erano 4.270 e nel 1914 erano 8.000. In 34 anni sono pertanto saliti di 14.360 unità. Se la tendenza resta la stessa, nel 1944 saranno 55.000 (in realtà furono di più, per l'elevata immigrazione dalle vecchie province).
(P.P. 2/12/1925) Piazza Walther cambia nome e diventa piazza Vittorio Emanuele III.

Rivista militare in piazza Vittorio Emanuele III (non più Walther).

(Volks. 3/12/1925) Cade a Bolzano la prima neve.
(Volks. 10/12/1925) La sottoscrizione per il rimborso del debito dell'Italia agli USA ha portato in Bolzano fino al primo dicembre la raccolta di 81.250 lire.
Incidente stradale lungo la strada di Castel Firmiano. Una autovettura di gitanti domenicali torna a sera a Bolzano da Cornaiano, la vettura esce di strada e perde la vita il 42enne Johann Klokotschonik.
(P.P. 16/12/1912) Il borgomastro di Vienna si offre di ospitare nella sua città il monumento a Walther von der Vogelweide, nel caso il Comune di Bolzano voglia allontanarlo dalla sua piazza. Il giornale plaude all'idea.
(Volks. 17/12/1925) Il giorno 10 si è tenuta l'ultima riunione del consiglio comunale di Gries. Il 12 il Comune di Gries sarà inglobato in quello di Bolzano.
Si smentiscono le voci secondo cui sarebbe proibita la commercializzazione degli alberi di Natale.
Tra Natale e l'Epifania si terrà una gara di pattinaggio artistico sul campo attiguo al museo.
Il giornale ricorda che duecento anni prima, nel 1725, il Comune di Bolzano proibì la mescita della birra, per salvaguardare gli interessi dei produttori di vino.
(P.P. 23/12/1925) "L'Agenzia Nazionale pubblica: E' allo studio presso il Ministero dell'Interno un decreto-legge per la creazione della nuova provincia di Bolzano. Tale creazione è desiderata dagli elementi italiani fascisti dell'Alto Adige e sembra che il desiderio venga ora accolto dal Ministro dell'Interno. (…) La nuova provincia comprenderebbe i circondari di Bolzano, Brunico, Bressanone, Merano e Cavalese, estendendosi fino a Salorno. La nuova provincia comprenderebbe 250.000 abitanti, e precisamente 150mila tedeschi, 30mila ladini e 70mila italiani. Colla nuova prefettura, verrebbe risolto anche il problema della stampa locale, per la quale si prevede la fondazione di un grande giornale tedesco, col programma di nazionalizzare a poco a poco gli elementi allogeni (…)". Il giornale prosegue più avanti così: "Siamo in grado di smentire nel modo più formale e preciso la notizia dell'"Agenzia Nazionale". Il fascismo dell'Alto Adige non ha mai chiesto due provincie (sic) perchè ritiene una simile cosa contraria agli interessi del paese".
(Volks. 31/12/1925) La notte del 21 nei pressi di ponte Loreto sono stati tagliati ed asportati cavi della linea telefonica con Trento per una lunghezza di 1.600 metri e un peso di 48 kg. Interrotte le comunicazioni.

Home Page | Biografia | Contenuto del sito | Cronache del passato | Personaggi 1 | Personaggi 2 | Persone | Gallerie fotografiche | Bibliografia | Fonti fotografiche | I miei libri | Sponsor | Storie di sponsor | Contatti | Privacy Policy | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu